Valtteri Bottas (©Getty Images)

WRC| Il boss M-Sport dubbioso: “Bottas? Faticherà come Raikkonen”

Appena promosso a dirigente del team M-Sport dopo il passo indietro del patron Malcolm Wilson, costretto a rinunciare alle luci della ribalta per capire come risolvere i buchi finanziari post Ogier, Richard Millener si è subito trovato a dover gestire un’operazione mediatica di primo livello.

Di cosa stiamo parlando? Ovviamente della partecipazione del pilota di F1 Valtteri Bottas all’Artic Lapland Rally al volante della Ford Fiesta WRC Plus che ha vinto il mondiale 2018 proprio con il campione di Gap che pare aver mandato ko la squadra per il suo cachet pesante.

Le condizioni del fondo potrebbero aiutarlo“, ha dichiarato il neo boss a Motorsport.com. “Nello specifico se ci sarà molta neve sul percorso, oltre a grandi banchi di neve e ghiaccio. Se troverà questi elementi potrà godere di un buon grip e imparare piuttosto velocemente. Se invece ci sarà meno neve e sarà più caldo  con conseguente rischio di perdere chiodi dalle gomme a causa della ghiaia, per lui potrebbe rivelarsi un compito difficile“.

In ogni caso il driver Mercedes potrà fare affidamento sulla decennale esperienza di Timo Rautiainen, storico navigatore del due volte iridato (nel 2000 e nel 20002)  Marcus Gronholm, che lo affiancherà in questo suo esordio nel campionato nazionale rally.

A mio avviso la cosa più difficile per lui sarà imparare a prendere le note e ad ascoltarle. Questo lo abbiamo già visto con altri piloti arrivati dal Circus come Kimi Raikkonen e Robert Kubica. Però avrà al suo fianco un veterano come Rautiainen, per cui tutto dovrebbe andare bene“, ha proseguito nel suo ragionamento.”Valtteri è un pilota molto capace e lo ha dimostrato. Alcune di quelle abilità si trasferiranno anche nella guida richiesta nei rally. Non ha paura della velocità e soprattutto non ha bisogno di imparare a guidare una macchina“.

Chiara Rainis