False assicurazioni auto: ecco i siti web sottoposti a sequestro

I carabinieri del Nucleo Investigativo, Sezione Indagini Telematiche del Comando Provinciale di Napoli, hanno scovato un giro di truffe online nel campo delle assicurazioni consumato attraverso siti web fittizi. In meno di dieci mesi sono stati tratti profitti per 10 milioni di euro, 12 le persone indagate per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio.

Le persone indagate risiedono nei comuni dell’agro aversano (Aversa, Casal di Principe, Gricignano), a Sant’Antimo (Napoli) e a Cancello Arnone (Caserta). Le attività investigative sono state svolte con la collaborazione dell’ufficio centrale antiriciclaggio di Poste Italiane e hanno permesso di ricostruire l’ossatura di un sodalizio criminale dedito alle truffe online, che avrebbe stipulato migliaia di falsi contratti assicurativi Rc Auto attraverso siti web riferibili a finti broker assicurativi.

I soldi provento delle truffe venivano prima versate su carte prepagate per poi essere trasferite su altre carte prepagate attraverso un vorticoso intreccio di transazioni, prelevati da sportelli bancomat e trasferite mediante bonifici on line. Rintracciate 498 carte prepagate sulle quali, solo nell’arco temporale compreso dal 1 gennaio 2018 al 17 ottobre 2018, sono state accertate movimentazioni in entrata e uscita per circa 6.000.000 di euro. Le indagini hanno consentito di individuare 19 siti web fittizi, di cui 7 operanti e sottoposti a sequestro.

I siti sottoposti a sequestro sono:

  • www.ferrarisassicurazioni.com
  • www.subitoassicura.com
  • www.martiniassicura.com
  • www.genialassicura.com
  • www.morettiassicurazioni.com
  • www.reportinterno.com
  • www.perrottabroker.com
  • www.rcatemporanea.com.