Andrea Iannone (Getty Images)

MotoGP | Bentley di Andrea Iannone sequestrata, problemi alla dogana

Fine 2018 davvero da dimenticare per Andrea Iannone. La Guardia di Finanza, infatti, ha sequestrato la sua adorata Bentley Continental Supersport, già protagonista qualche mese fa di uno scherzo su Scherzi a Parte. All’ex Suzuki è stata contestata una violazione doganale in occasione di un controllo a fine novembre al valico autostradale di Brogeda.

Il mezzo in quell’occasione era guidato dal suo preparatore atletico che si stava recando in Italia. La vettura ha targa svizzera e per la legge dal primo ingresso in Italia devono passare 6 mesi, anche non consecutivi, prima di trasferirla sul territorio nostrano. Come riportato da “Motorsport.com” gli agenti hanno semplicemente applicato la legge.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Andrea Iannone CLICCA QUI

Iannone a lavoro per sbloccare la vettura

Intanto Andrea Iannone ha già fatto ricorso al TAR per riavere la propria vettura. Una macchina davvero molto amata dal campione di Vasto, come si è potuto notare anche nello scherzo ideato da Scherzi a Parte dove un presunto fan gli aveva appunto rubato la vettura salvo poi lasciarla su una piattaforma in mezzo ad un lago.

Una piccola scocciatura per il rider dell’Aprilia che nel 2019 dopo un buon 2018 vuole portare il marchio del Gruppo Piaggio in vetta alla MotoGP. Andrea Iannone in questi anni ha già dimostrato più volte di avere le carte in regola per potersela giocare con i migliori piloti del lotto.

Antonio Russo