Gelo Italia
(Getty Images)

Durante questo periodo natalizio si è già assistito a fenomeni eccezionali, L’Etna ha ripreso la sua attività come anche lo Stromboli, ma non è tutto. Un gelo polare potrebbe abbattersi sulla penisola senza preavviso nei prossimi giorni.

Per la Sicilia, nello specifico per Catania, questo passato è stato un Natale non troppo sereno. Le eruzioni dell’Etna hanno provocato diverse scosse di terremoto destando la preoccupazione in tutti gli abitanti dei paesi Etnei. Ma non è il solo vulcano ad essersi “svegliato”. A confermare la teoria del collegamento tra Etna e Stromboli -vulcano nelle Eolie- da tempo sostenuta dai più illustri vulcanologi italiani, anche quest’ultimo stanotte ha eruttato incutendo timore negli abitanti dell’isola. La Protezione Civile, per questo motivo, e a riprova del fatto che la situazione potrebbe precipitare, ha disposto il passaggio di livello di allerta da “verde” a “giallo” con attivazione della fase di “attenzione” studiata per l’isola di Stromboli.

Un nuovo 1985: Cosa significa

Di certo, e questo è innegabile, il nostro pianeta sta subendo enormi modificazioni. A partire dall’atmosfera che sembrerebbe essere “impazzita” proprio come accadde 33 anni fa, nel 1985. I meteorologi stanno seguendo con attenzione il forte ed inusuale surriscaldamento della stratosfera che sarebbe uno dei cinque strati che compongono l’atmosfera terrestre. Di norma la sua temperatura dovrebbe aggirarsi intorno ai -50°, allo stato attuale invece la temperatura registrata è di ben 90°. Questo fenomeno è definito strat-warming, o anche Sudden Stratospheric Warming o SSW. Il preoccupante innalzamento della temperatura della stratosfera ha avuto delle conseguenze disastrose. Il vortice polare si è frantumato in due parti, sprigionando una “bolla di gelo” che potrebbe abbattersi sul pianeta all’improvviso.

E gli studiosi non sono neppure in grado di prevedere dove questa ondata glaciale arriverà. Proprio come successe molti anni fa, nel gennaio del 1985. Con poche ore di preavviso, un gelo polare si abbatté sul Mediterraneo sconvolgendo i climi di tutti i paesi del bacino. Ma come se ciò non bastasse il sole da circa 300 giorni non emette calore, o meglio, ne emette molto meno del dovuto. La conseguenza si può solo immaginare: sconvolgimenti climatici irreversibili. In ogni caso i meteorologi lanciano l’allerta: un freddo polare potrebbe abbattersi all’improvviso sulla nostra penisola.