Red Bull (Getty Images)

F1| Marko annuncia: “Dal 2019 la Red Bull sarà diversa”

Parlando di quello che sta succedendo alla Toro Rosso Helmut Marko ha rivelato alcuni retroscena relativi al gruppo energetico. In particolare ha spiegato i motivi per cui il tecnico del team di Faenza James Key abbia deciso all’improvviso di lasciare la compagnia per approdare alla McLaren, squadra che negli ultimi anni non ha certo brillato per competitività.

Una rivoluzione interna al gruppo Red Bull

Interrogato sul perché di tutta corsa Key avesse optato per l’uscita dalla scuderia italiana, Marko ha rivelato che il tutto sarebbe nato dalla riorganizzazione dell’organigramma interna alla Toro Rosso, ma anche a disaccordi tra le due parti sorte dopo il piano di rafforzamento della partnership tra la squadra gestita da Franz Tost e la Red Bull.

Avevamo un piano per questo, che però ad oggi non è ancora completato. James non era d’accordo con  questa soluzione e alla fine il suo addio penso sia stata la soluzione migliore“, ha aggiunto evidenziando come con ogni probabilità il rapporto tra le scuderie ricalcherà quasi quello visto nel 2018 tra Ferrari e Alfa Romeo Sauber.

Infine il 75enne ha reso noto che, sulla scia, del nuovo sistema di gestione del team, la figura dell’ingegnere tecnico non verrà rimpiazzata.

Data la nostra politica, non cercheremo di coprire il posto rimasto vacante. Quel ruolo non è più necessario in quanto la Toro Rosso utilizzerà gli stessi concetti della RB15″, le sue parole conclusive.

Chiara Rainis