Sophia Floersch: “Adesso punto a diventare iridata in F1”

Sophia Floersch (©Getty Images)

F3 | Sophia Floersch: “Punto a diventare iridata in F1”

Dopo il terribile volo a 275 km/h nel corso del GP di Macao dello scorso novembre da cui è uscita miracolosamente viva malgrado una frattura spinale, Sophia Floersch ha ripreso a sognare in grande. Tanto in grande che parlando alla BBC non ha nascosto di avere un obiettivo principale per le stagioni a venire.

Il mio primo desiderio è di tornare al volante”, ha dichiarato la tedesca strizzando l’occhio al suo datore di lavoro.I piani sono di restare nella F3 europea che dall’anno venturo si chiamerà Euromasters. Personalmente spero di farlo ancora con il team  Van Amersfoort perché è fantastico“.

Come ovvio però il mio vero target è di arrivare in F1, avere successo e diventare campionessa del mondo. Non sarà semplice, ma pian piano mi sto avvicinando e sono convinta che sarà fattibile“, ha proseguito fiduciosa.

Quindi, tornando ai difficili momenti post incidente e alla convalescenza, tutt’ora non ultimata, la 18enne ha detto: “Adesso sto bene e riesco a fare quasi tutto. Ho già alla spalle due settimane di riabilitazione, per cui non ho perso molta muscolatura. Le uniche parti ancora non al top sono collo e schiena. Ho dovuto cominciare tutto da zero e riprendere con calma. Anche nell’allenamento ogni giorno aggiungo pesi. Vedremo un po’ come si salderanno le ossa, che l’idea è di tornare in forma come prima”.

Parlando poi delle immagini del crash e del supporto ricevuto soprattutto da colleghi blasonati la Floersch ha concluso: “Il video ha fatto il giro del web, dunque lo hanno guardato moltissime persone. Diversi piloti, poi, mi hanno mandato dei messaggi di supporto, specialmente Fernando Alonso, Nico Hulkenberg, Nico Rosberg e anche delle scuderie. E’ stato davvero incredibile rendermi conto di quanto la famiglia e i fan siano in grado di starti vicino”.

Chiara Rainis