Wolff punge Bottas: “Dovrà dimostrare di meritare il sedile Mercedes”

0
92
Valtteri Bottas (©Getty Images)

F1 | Wolff punge Bottas: “Dovrà dimostrare di meritare il sedile Mercedes”

Mentre Lewis Hamilton è potuto andare in vacanza tranquillo forte di un ennesimo campionato da mattatore, con 11 vittorie in 21 GP disputati, Valtteri Bottas è rimasto a secco. Anonimo e a tratti un po’ perso e innervosito dalle continue richieste dei vertici Mercedes di fare da scudiero dell’impegnativo compagno di box, il finnico ha visto vanificarsi tre possibili successi di tappa nel 2018: a Shanghai, quando è stato beffato dall’ingresso della Safety Car, a Baku, fermato da una foratura proprio ad un giro dalla fine e a Sochi, con la supplica del muretto di farsi da parte per agevolare la cavalcata di Ham. Episodio, quest’ultimo, che influito pesantemente sul suo morale, suonando un po’ come un colpo di grazia.

Malgrado l’atteggiamento prono dimostrato dal driver di Nastola, che in fin dei conti, in silenzio e con compostezza finnica ha svolto il suo compitino alla perfezione salvo alzare un po’ la testa in Russia, il boss Toto Wolff, lo ha comunque voluto bacchettare.

Ogni pilota di F1 sa che deve guardarsi dietro le spalle. E’ uno sport decisamente brutale, dove soltanto i più forti sopravvivono e tutti ne sono consapevoli“, la dichiarazione del dirigente austriaco ripresa da F1i.com, che tra le righe ha paventato una sostituzione, magari con la riserva Esteban Ocon. “Loro fanno parte dei 20 migliori driver del mondo e ogni anno devono dare prova di meritarsi di far parte di questa selezione. Ciò non vale solamente per Valtteri, ma pure per gli altri“.

Frecciatina a parte il manager ha comunque dato una chance al povero Bottas, sottolineando le sue doti.

Ha le gare nel sangue e non sarebbe dov’è oggi se non avesse le qualità necessarie“, ha precisato. “A mio avviso da noi e confrontandosi con un campione del calibro di Hamilton, è sbocciato, tuttavia nel caso dello scorso campionato ha mancato semplicemente di fortuna. Senza intoppi avrebbe potuto aggiudicarsi almeno 3 corse“.

Chiara Rainis