Mamma malata di cancro scrive una lettera di Natale struggente ai figli

0
373
Penna
(foto dal web)

Laura Atkinson, una donna inglese di 37 anni, malata terminale di cancro, scrive una lettera di Natale ai propri figli di 3 e 6 anni. La leggeranno quando lei non ci sarà più.

Laura Atkinson, mamma di 37 anni di Warrington nel Regno Unito, era in dolce attesa del suo secondo genito, Dylan, quando a seguito di un controllo di routine scopre di avere un tumore all’occhio. La donna si è sottoposta ad un intervento per cercare di asportare la massa tumorale, ma purtroppo i tentativi sono stati vani. Le metastasi si sono diffuse e sono arrivate sino al fegato.

La scoperta della malattia ed il dolore

Ricorda che si trovava in vacanza nell’agosto del 2017, la giovane Laura, quando i dottori le comunicarono che ormai il tumore si era espanso e che non c’era più nulla da fare. La giovane madre ha raccontato al Daily Mail: “La diagnosi è stata per me un fulmine a ciel sereno, perché non avevo sintomi, stavo bene. Mi sono sottoposta a un’operazione, ma poi il cancro è tornato e ha preso anche il mio fegato. È indescrivibile quello che ho provato. Non sono mai stata così ingenua da pensare che non sarebbe tornato, ma non avrei mai pensato che sarebbe tornato così velocemente”.

La cura sperimentale e la raccolta fondi

La donna, come spiegato al quotidiano britannico si sta sottoponendo ad una cura sperimentale da 40 mila dollari a ciclo con la speranza di avere almeno “un altro pezzo di vita da vivere” accanto ai suoi due figli. Proprio per potersi sottoporre a tale terapia ha lanciato una raccolta fondi su GoFundMe. Laura, una donna forte e determinata, nonostante la malattia ormai allo stadio finale, non si lascia abbattere, ma anzi decide di dare ancora più senso al tempo che le rimane.

Per questo motivo, la mamma coraggio, ha deciso di scrivere delle cartoline di Natale ai suoi due figli, di 3 e 6 anni, che leggeranno solo una volta che lei non ci sarà più. Struggenti le parole di Laura, la quale spera di poter accompagnare il figlio maggiore al suo primo giorno di scuola il prossimo anno, che dice: “cerco di mettere da parte per i miei bambini dei ricordi, cartoline di auguri per quando non ci sarò più. So di non avere speranze, sto cercando di fare di tutto per passare più tempo possibile con i miei bambini e fare in modo che non mi dimentichino”.

Laura non ha detto nulla ai propri figli riguardo la sua condizione di salute,o meglio ne ha parlato, ma in modo molto cauto con la figlioletta più grande: “Faye ho qualcosa che cresce nella mia pancia” nulla di più. Spiega anche di provare molta rabbia, non per sé stessa, ma per i suoi figli: “Ero così arrabbiata che questo stesse accadendo a loro, non capisco perché questo accada a loro. Pensavo che sarei stata al loro fianco per i prossimi 40 o 50 anni, e che non li avrei mai lasciati così giovani”. L’augurio di questa giovane madre, che molto probabilmente non vedrà crescere i propri figli è solo uno: “Non me ne sarei mai voluta andare così presto, è quello che spero capiscano. Non voglio che siano arrabbiati con me”.