Il folle gesto di una ragazza 18enne che emula il padre

0
82
Ambulanza fuoco ragazza
Ambulanza (Getty Images)

Una ragazza di 18 anni ha provato a togliersi la vita dandosi fuoco in un parcheggio a Vado Ligure. Lo stesso gesto era stato compiuto dal padre che si suicidò 5 anni fa

Stamane una ragazza appena maggiorenne a Vado Ligure, in provincia di Savona, ha compiuto un folle gesto provando a togliersi la vita. La 18enne all’alba si è recata in un parcheggio per camionisti nel piazzale San Lorenzo e dopo essersi cosparsa di liquido infiammabile si è data fuoco. I pochi testimoni che hanno assistito a quanto accaduto hanno prontamente chiamato i sanitari, i quali arrivati sul posto hanno soccorso la ragazza che adesso si trova ricoverata in ospedale in gravissime condizioni.

Una ragazza si dà fuoco in un parcheggio a Vado Ligure, emulando il gesto del padre

Ha dell’incredibile il gesto di una ragazza di appena 18 anni di Vado Ligure che stamane all’alba si è cosparsa di liquido infiammabile e si è data fuoco in un parcheggio sito in piazzale San Lorenzo. Sul posto sono subito arrivati i Vigili del Fuoco ed i sanitari del 118, avvertiti dai testimoni presenti, che sono riusciti a salvare la vita della giovane. La 18enne, trasportata in un primo momento all’ospedale Santa Corona e poi al San Martino è stata adesso trasferita al Centro Grandi Ustionati del CTO di Torino in prognosi riservata. Le condizioni della ragazza sono molto gravi e si trova in coma con, secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni, ustioni sull’80 % del corpo. La giovane ragazza sarebbe figlia di Mario Sari un artigiano che 5 anni fa, nel 2013 ha compiuto lo stesso gesto nello stesso luogo. L’artigiano ligure il 26 febbraio 2013, a causa dei problemi economici, si era recato nella casa del leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo per chiedere aiuto, finendo su tutti i giornali. Due mesi più tardi per gli stessi problemi economici ed alcuni legati alla propria salute, Sari si suicidò dandosi fuoco all’età di 47 anni nello stesso in cui oggi la figlia ha provato ad emularlo. Attualmente non si conoscono i motivi del gesto della ragazza che non avrebbe lasciato alcun biglietto o messaggio legato a quanto accaduto.