sofuoglu razgatliouglu superbike sbk
Kenan Sofuoglu e Toprak Razgatlioglu (©Getty Images)

Superbike: Sofuoglu crede fortemente nel connazionale Razgatlioglu.

Toprak Razgatlioglu è uno dei talenti più interessanti del campionato mondiale Superbike. Alla sua prima stagione nella categoria nella categoria ha conquistato due podi e per il 2019 punta a migliorare.

Il 22enne talento turco disporrà di una Kawasaki praticamente ufficiale, la stessa di Jonathan Rea, seppur in un team privato come quello Puccetti Racing. Il suo mentore e connazionale Kenan Sofuoglu crede molto in lui. Per il futuro ci si aspettano grandi risultati da parte del giovane nato a Sakarya.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le ultime notizie della Superbike CLICCA QUI

Superbike, Sofuoglu si attende tanto da Razgatlioglu

Sofuoglu ha rilasciato un’interessante intervista a Speedweek ed ha parlato di Razgatlioglu. Innanzitutto si è soffermato a spiegare perché non abbia favorito il passaggio del talentuoso 22enne nel team ufficiale Kawasaki: «Probabilmente saremmo riusciti a prendere il posto. Ma quando mi sono ritirato ho creato problemi a Puccetti Racing, che da allora non ha più avuto buoni risultati in Supersport. Pertanto gli ho lasciato Toprak un altro anno per aiutarli. Ecco perché abbiamo prolungato di un anno ad aprile, chiudendo tutte le porte al team ufficiale».

Kenan ha corso dal 2014 con la squadra di Manuel Puccetti nel campionato mondiale Supersport. Ha vinto due titoli e c’è un grande rapporto con il manager italiano. Toprak ci corre dal 2015 con la struttura italiana e anche lui è molto riconoscente. Sofuoglu ritiene che il connazionale possa fare buoni risultati il prossimo anno: «Avrà una moto ufficiale, se in un team privato. Non c’è lo stesso budget ed è tutto un po’ più piccolo. Ma il mio obiettivo è battere la squadra ufficiale e Toprak ha il potenziale per farlo. Sto cercando di costruire un buon team per lui dentro Puccetti. L’equipe è buona, però ci sono cose da migliorare e sto collaborando con Kawasaki per risolvere. L’anno prossimo vedremo un’altra squadra e altri risultati».

Il cinque volte campione del mondo Supersport ha fiducia nelle qualità di Razgatlioglu, ancora un po’ acerbo ma con il potenziale per diventare un top rider della SBK: «Ha un sacco di talento, ma non è ancora abbastanza professionale per vincere in Superbike. Ci vuole tempo. L’unica cosa che abbiamo adesso è il suo potenziale. Lo ha dimostrato con il 2° posto a Donington e il 3° posto in Argentina. Il mio obiettivo è fare di Puccetti una squadra molto forte. Ho chiesto a Kawasaki una moto ufficiale e se non l’avessi ottenuta ne avrei cercata un’altra».

Il contratto di Toprak con Puccetti Racing scade a fine 2019. Dopo cosa succederà? Kenan è molto chiaro: «Vedremo se riusciremo a vincere con Puccetti o se servirà andare nel team ufficiale. Oppure se bisognerà cambiare marca. Voglio che lui diventi il primo campione del mondo turco in Superbike. Farò quanto necessario».

 

Matteo Bellan