Charles Leclerc (©Getty Images)

F1 | Leclerc deciso: “Voglio vincere a Monaco e a Monza”

Si è presentato sorridente, rilassato e al contempo decisamente motivato Charles Leclerc alla consegna dei Caschi d’Oro di Autosprint, organizzati proprio nella base di Garage Italia, suo sponsor personale.

Presente a Milano per ritirare il premio per la brillante stagione di debutto nel Circus con l’Alfa Romeo Sauber che gli è valsa la promozione a pilota titolare del Cavallino, il monegasco ha fatto spallucce a chi gli ha domandato se avverte la pressione di un compito tanto gravoso come quello di correre per la Rossa.

No, non la sento, piuttosto sento il supporto, e devo dire che fa molto piacere. Il mio obiettivo è ovviamente fare il massimo e rispettare le aspettative della squadra“, ha dichiarato con piglio convinto. “Avrò al mio fianco un esperto come Sebastian Vettel che sarà un aiuto importante per crescere ed imparare. E’ una bella persona, oltre che un gran driver. Ho avuto modo di conoscerlo quando lavoravo al simulatore di Maranello e mi ha sempre mandato messaggi di ringraziamento per il mio impegno“.

Tornando ai miei target, è chiaro che essendo in pista con una Ferrari un paio di GP li vorrei vincere. Quali? Monaco, la mia gara di casa, e Monza. Ma non vedo soprattutto l’ora di correre in Italia con i colori di Maranello!“, il proposito battagliero del 21enne.

A proposito invece delle prove Pirelli di Abu Dhabi che lo hanno visto per la prima volta al volante della SF71-H Leclerc ha dichiarato: “Come macchina è favolosa da guidare. E’ stato un grande onore oltre che una grande emozione. Ovviamente parliamo di un test, non ha molto senso parlare di performance in termini assoluti, ma il feeling è stato subito eccezionale“.

Infine tracciando un bilancio di ciò che è stato il suo 2018, Charles ha detto: “Le prime gare non sono state facili. Venivo da una F2 che è una monoposto molto differente, e c’è voluto un po’ per mettere tutto a fuoco. Poi è arrivato il weekend di Baku, ed è stato un momento importante, a cui sono seguiti altri bei momenti come la qualifica del GP del Brasile”.

Chiara Rainis