Maria De Filippi, l’attacco di Vessicchio ai suoi talent

0
337
(websource)

Maria De Filippi, l’attacco di Vessicchio ai suoi talent

Il famoso direttore d’orchestra Beppe Vessicchio si è confidato ai microfoni di La verità, ha parlato e ha raccontato la sua vita, la sua carriera, della sua lunga e storia esperienza a Sanremo e anche nei programmi di Maria De Filippi. Ad Amici ci ha lavorato per ben dodici anni, era un punto di riferimento per molti ragazzi che sono passati di lì in particolar modo per Valerio Scanu, con cui il direttore ha instaurato un bellissimo rapporto fin da subito. I due sembrano quasi padre e figlio, e quando Scanu vinse Sanremo otto anni fa il suo primo pensiero fu correre ad abbracciare proprio lui che lo aveva seguito e gli era stato accanto.

Ciò non cambia però l’opinione che Vessicchio ha adesso dei programmi della regina della televisione. “Mi volle Maria De Filippi. Le dissi di sì nel 2001, il programma si chiamava Saranno Famosi. Mi chiesero se potesse farmi piacere partecipare all’ipotesi di una scuola d’arte. Si parlava di personaggi con uno spessore culturale enorme. Amici non è quello di prima, però. Per sopravvivere in televisione bisogna saper cambiare pelle. Amici in quanto numeri va bene, ma è un po’ di tempo che non produce più niente e vive in una sorta di stanchezza“.