Corinaldo: “Sfera Ebbasta non c’era, evento finto per attrarre gente”

0
232
corinaldo discoteca
La tragedia alla discoteca di Corinaldo ha diversi punti che non quadrano

Secondo alcuni, Sfera Ebbasta non sarebbe mai stato nella discoteca di Corinaldo dove è avvenuta la tragedia. “Invenzione per attirare clienti”.

La tragedia avvenuta a Corinaldo, in provincia di Ancona, venerdì sera, è ancora l’argomento più trattato da giornali e trasmissioni tv. Tre sere fa ci sono stati 6 morti – dei quali 5 adolescenti – dopo il crollo di un ballatoio in una discoteca della località dorica successivamente ad un fuggi fuggi generale. Il locale è la ‘Lanterna Azzurra’, e adesso sul web si sfocia anche nel complottismo. C’è infatti chi ritiene che la presenza del noto rapper milanese Sfera Ebbasta fosse finta ed avesse rappresentato soltanto una invenzione per attirare quante più persone possibili nel locale. Se lo chiedono in tanti sui social network. Un ragazzo che era stato proprio lì ha pubblicato un video su Facebook dove afferma quanto segue.

Corinaldo, i dubbi di chi era lì

“Sono tornato ieri sera dalla Lanterna Azzurra, una serata fuori di testa e dunque faccio questo video perché c’è qualcosa che non mi quadra. Come mai Sfera doveva venire da noi alle 12.40, quando è successo il parapiglia e a mezzanotte e dieci stava ancora suonando sul palco dell’Altromondo a Rimini? Come è possibile che stava suonando lì, come è possibile che non ha mai scritto che veniva alla Lanterna Azzurra? È un evento inventato, Sfera non c’è mai stato”. Ed il fatto che fosse stato spruzzato dello spray urticante, che ha poi generato la ressa fatale, troverebbe a sua volta una assurda giustificazione. Chi ha agito così lo avrebbe fatto per distogliere l’attenzione sul fatto che Sfera Ebbasta non avrebbe mai suonato alla Lanterna Azzurra. Così in un caos simile nessuno avrebbe pensato di farsi rimborsare il biglietto.

LEGGI ANCHE –> Strage discoteca, fermato un ragazzo di 15 anni: orrore, cosa gli hanno trovato in casa

“Sfera Ebbasta doveva suonare allo stesso orario anche a Rimini”

Una cosa che non trova conferma da nessuna parte. Ma l’utente di prima afferma anche: “Era tutto organizzato. Hanno fatto un evento finto per farci vedere uno che non c’era ma hanno calcolato male e ci sono stati i morti schiacciati”. Dalle indagini sui fatti di Corinaldo sarebbe emerso anche un dettaglio alquanto controverso. Sono stati infatti ritrovati dei biglietti con Sfera Ebbasta in primo piano ma con appuntamenti diversi. I tagliandi sono del tutto identici, solo che alcuni indicano Rimini per l’esibizione del rapper ed altri Corinaldo. Ed in tutti i casi mancavano orario di esibizione e la specifica sul fatto se l’evento fosse un dj set oppure un concerto. Sui biglietti vidimati dalla Siae risulta invece che l’orario stabilito fosse coincidente con le 22:00. Poi si indaga sulla capienza del locale e su permessi e criteri di sicurezza vari. Sembra che le autorità locali non sapessero nulla circa la visita di un volto noto come Sfera Ebbasta sul loro territorio.

LEGGI ANCHE –> Discoteca Corinaldo, clamorose novità su una ragazza in coma