Strage in discoteca: individuato il responsabile

0
10442
sfera ebbasta ancona discoteca
Il rapper Sfera Ebbasta

In una discoteca in provincia di Ancona si è consumata una tragedia, nella quale hanno perso la vita sei persone a causa del panico creato dallo spruzzo in sala di spray al peperoncino. Gli inquirenti sembrerebbero aver trovato il possibile responsabile

Doveva essere una notte di divertimento, una serata in discoteca per ballare e ascoltare musica, invece in pochi attimi si è trasformata in una tragedia. Intorno alla mezzanotte fra il 7 e l’8 dicembre nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, paese in provincia di Ancona, i presenti aspettavano l’arrivo del famoso rapper Sfera Ebbasta che avrebbe dovuto esibirsi in un dj set. Dello spray al peperoncino spruzzato in sala ha messo in fuga le persone accorse all’evento e nella calca, per il crollo di un ponticello antistante al locale, hanno perso la vita sei persone. Le indagini su quanto accaduto sembrano aver portato all’identificazione del responsabile che, accodandosi alla moda dello spray urticante durante i concerti, avrebbe seminato il panico all’interno della discoteca.

Strage in discoteca: la ricostruzione, identificato il probabile responsabile

Durante l’attesa per l’arrivo del rapper Sfera Ebbasta, le prime ricostruzioni effettuate dagli inquirenti che stanno indagando sul caso, qualcuno avrebbe spruzzato nell’aria dello spray al peperoncino tra i presenti (sembrerebbe che fossero circa 1400, ma il locale poteva contenerne solo 800 e la sala da ballo circa 470). Questa moda sta divenendo sempre più frequente durante i concerti rapper; l’odore acre dello spray, in vendita legalmente per difesa personale, ha seminato il panico tra i ragazzi, i quali hanno iniziato a correre verso le uscite di sicurezza. La calca formatasi nei pressi di un’uscita ha fatto crollare il ponticello che collegava il locale al parcheggio. Il cedimento ha fatto scivolare molte persone sul fossato del ponticello e alcuni dei ragazzi sono finiti schiacciati. Il bilancio è tragico: 6 vittime, 5 ragazzi tra i 14 e i 16 anni ed una madre di 39, 59 invece sono i feriti. Una strage che ha lasciato l’Italia sgomenta, data anche l’età delle vittime che si trovavano nel locale solo per divertirsi data la presenza di un rapper che spopola tra i giovani. La follia, però, di una moda che non trova spiegazioni ha trasformato tutto in un caso di cronaca nera. Gli inquirenti, hanno raccolto le testimonianze dei presenti sul luogo, e pare che abbiano individuato un responsabile: un minorenne della provincia di Ancona, che a parere dei presenti ascoltati dagli investigatori, avrebbe spruzzato lo spray al peperoncino salendo su una pedana. Le procure ordinaria e minorile di Ancona non hanno ancora sentito il soggetto individuato e rimangono caute in attesa delle sue dichiarazioni. Adesso per il responsabile si parla di omicidio preterintenzionale, ma la fattispecie di reato potrebbe essere modificata. Anche i soci e l’amministratore della società che gestisce il locale sono stati identificati e nelle prossime ore potrebbero essere iscritti nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo plurimo.

Leggi anche —> Ancona, Sfera Ebbasta parla della tragedia al suo concerto – FOTO

Leggi anche —> Ancona, chi sono le vittime della tragedia della discoteca