MotoGP, Marquez: “Lorenzo migliora, Honda non facile”

0
784
marc marquez test motogp valencia honda
Marc Marquez (©Getty Images)

MotoGP Valencia Test | Marquez positivo dopo i due giorni.

Marc Marquez ha terminato col terzo tempo il secondo e ultimo giorno di test MotoGP a Valencia. Il campione del mondo si è confermato molto veloce sia sul giro secco che sul passo.

Nel box Repsol c’erano due RC213V con delle novità in ottica 2019. Una moto definitiva ancora non c’è, ovviamente, si lavora su più specifiche. La casa di Tokio cerca di mettere a disposizione più materiale possibile per poi prendere delle decisioni. Delle indicazioni ci sono state in queste due giornate, però a Jerez si capirà meglio la situazione. Ciò vale per tutti.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le ultime notizie del Motomondiale CLICCA QUI

MotoGP Valencia Test: parla Marc Marquez

Marquez abbastanza soddisfatto del lavoro svolto oggi. Le sue impressioni sono state riprese dal quotidiano Marca: «Abbiamo iniziato la giornata già molto velocemente, molto bene. Abbiamo provato diverse cose e ciò porta via del tempo necessario. Ci siamo concentrati su due nuove moto, con due diverse specifiche a livello di motore. Stiamo migliorando, abbiamo raccolto molte informazioni e analizzeremo tutto. A Jerez vogliamo fare un altro piccolo passo».

Sensazioni positive per il pilota spagnolo sulle due nuove moto portate dalla Honda a Valencia. Rispetto al solito, però, non ha potuto spingere oltre un certo limite e ha spiegato perché: «Mi era proibito cadere, me lo hanno detto. Se fossi caduto, non sarei andato a Jerez. Sono andato con calma. Non abbiamo provato tutto, ci mancano ancora un po’ di cose da testare. L’evoluzione del motore di Valencia, logicamente, non è l’ultima evoluzione. In Malesia sicuramente ce ne sarà un altro».

Un aspetto sul quale il team Repsol lavora molto è l’anteriore della RC213V. A tal proposito Marquez spiega: «Forziamo molto la gomma anteriore, ecco dove stiamo cercando di lavorare in modo che ci siano meno cadute». Inevitabile spendere delle parole anche su Jorge Lorenzo, all’esordio in Honda in questi due giorni: «Bene, sta migliorando, è chiaro che la Honda non è una moto facile. Basta vedere l’esordio di Morbidelli. Ha preso la Yamaha e per poco non mi è davanti. Quando un pilota prende la Honda, serve un adattamento. Anche Bagnaia è andata molto veloce. Lui e Morbidelli sono i due che hanno sorpreso di più in questi test».

 

Matteo Bellan