MotoGP, Iannone: “Aprilia da adattare al mio stile. C’è potenziale”

0
264
iannone motogp valencia test aprilia
Andrea Iannone (©Getty Images)

MotoGP, Valencia Test | Iannone e le prime impressioni sull’Aprilia.

Sicuramente Andrea Iannone è tra i piloti di spicco che ha sfruttato meno la propria moto a Valencia. C’è stato tanto lavoro da fare per farlo sentire comodo e a proprio agio. Oggi è anche caduto e ciò ha ostacolato il lavoro del pilota abruzzese.

Difficile giudicare questi due giorni di test MotoGP di The Maniac. Probabilmente ci si aspettava qualcosa di più. Oggi ha chiuso diciassettesimo con 1″367 di distacco dal leader Maverick Vinales. Comunque è solo un primo test e pertanto sarebbe sbagliatissimo giudicare Iannone o altri ora. Sicuramente era importante trovare le giuste indicazioni per indirizzare il lavoro delle prossime settimane.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le ultime notizie del Motomondiale CLICCA QUI

MotoGP Valencia Test: Iannone ottimista sull’Aprilia

Iannone, intervistato da Sky Sport MotoGP, si è mostrato positivo dopo questi due giorni di test a Valencia. Ecco le sue considerazioni: «Non ho cercato il limite. Ho provato alcune cose, era interessante capire anche spingendo un po’ dove si arrivasse. Fondamentalmente le sensazioni non sono male, abbiamo piccoli problemini e bisogna adattare la moto al mio stile di guida. A livello di bilanciamento e setup va fatto qualcosa. Ci concentreremo su questo nei prossimi test».

Il pilota di Vasto ha proseguito la propria analisi parlando degli aspetti da migliorare sull’Aprilia RS-GP: «Sento che siamo molto carichi davanti e stressiamo molto la gomma anteriore. Bisogna lavorare in quest’area anche. Personalizzare un po’ la moto, quindi. Sull’elettronica anche serve intervenire, aggiustando delle cose. Sono comunque tranquillo, è tutto molto chiaro e si capisce bene. Si può lavorare con tranquillità».

Iannone è stato interpellato anche sulle due cadute avvenute oggi, ma rimane ottimista per il futuro: «La scivolata è stata normale, avevo cambiato appena gomme e ci sta spingere di più. Non conoscendo bene la gomma e il limite può succedere. Comunque abbiamo capito cose interessanti e c’è del potenziale».

 

Matteo Bellan