valentino rossi motogp test valencia yamaha
Valentino Rossi (foto MotoGP)

MotoGP, Valencia Test | Valentino Rossi promuove il nuovo motore Yamaha.

In Yamaha il lavoro di questi due giorni di test a Valencia è concentrato sul motore. La casa di Iwata ha portato due specifiche, una già testata ad Aragon e l’altra nuova.

Oggi Valentino Rossi ha chiuso al terzo posto, con poco più di 4 decimi di gap dal compagno Maverick Vinales. Entrambi sono partiti adoperando la M1 con propulsore 2018 per poi passare a girare con la prima specifica. Proprio con questa hanno siglato i propri migliori tempi. Sensazioni positive per entrambi i piloti, che si sono sentiti a proprio agio sulle rispettive moto.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le ultime notizie del Motomondiale CLICCA QUI

MotoGP Valencia Test, parla Valentino Rossi

Valentino Rossi si è concesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP al termine di questo Day-1 di test a Valencia. Il Dottore ha confermato l’impressione positiva avuta dal nuovo motore: «Giornata abbastanza positiva. Abbiamo avuto poco tempo, però sono riuscito a fare una quarantina di giri. Ho provato il primo motore nuovo che abbiamo ed era la cosa più importante. Mi sono trovato subito abbastanza bene, è un motore un po’ più dolce per cercare di far scivolare meno le gomme. Anche come engine-break è diverso. Non è male, sono stato piuttosto veloce e mi sono trovato meglio sulla moto. E’ più facile da guidare».

Il nove volte campione del mondo va più nel dettaglio poi nello spiegare le sensazioni avute col propulsore utilizzato oggi: «La prima sensazione è che la moto sia più semplice da guidare perché il motore aiuta sia in entrata di curva che in accelerazione. Comunque ho visto che dopo un po’ di giri le gomme scivolano abbastanza, è il nostro più grande problema. Come primo giorno abbiamo fatto un piccolo miglioramento e ancora bisogna lavorare, dopo qualche giro scivoliamo tanto. Bisogna anche dire che la pista era sporca e le condizioni non erano fantastiche, però mi è sembrato un miglioramento nella via giusta. Ancora c’è da fare, comunque».

Infine Rossi ha confermato che sulla Yamaha per ora il focus del lavoro è sul motore, non ci sono altre novità importanti: «Domani abbiamo un altro motore da provare. Era importante provarne uno oggi e testare l’altro nel secondo giorno di test. Telaio e forcellone non sono un nostro grande problema. La moto da quel punto di vista va bene. Sicuramente l’anno prossimo ci sarà qualcosa di nuovo, ma non quest’anno». Nel prossimo test di Jerez si lavorerà ancora sul motore, al fine di decidere quale utilizzare.

Matteo Bellan