MotoGP, Andrea Iannone: “Tanto affetto nel box, ne avevo bisogno”

Andrea Iannone in Aprilia
photo Motogp.com

Andrea Iannone ha elogiato l’attitudine nel box Aprilia dopo il primo giorno di test a Valencia, ma non ha potuto dire molto dopo i 12 giri. “La prima impressione dell’Aprilia non è male. Abbiamo fatto solo 12 giri, quindi è difficile dire qualcosa. Per dare un giudizio più dettagliato hai bisogno di tempo, devi avere la sensazione di essere in grado di spingere di più. Non l’abbiamo ancora fatto, non abbiamo avuto il tempo e non siamo a quel livello. Abbiamo provato solo una moto, un motore vecchio o nuovo che non conosco, avevo una moto e l’ho usata”.

Alla fine del primo giorno il pilota di Vasto ha terminato 19esimo con 15 giri e un tempo di 1’33″291, con un gap di 1.875 secondi dal miglior tempo della giornata firmato da Maverick Viñales. Andrea Iannone ha però sottolineato di non aver ancora raggiunto il limite. “Non posso ancora dire se la moto si adatta al mio stile di guida perché non ho ancora spinto. Questo è comprensibile solo quando spingi qualcosa al limite, siamo ancora lontani da questo. Ma mi sento bene con la moto. Quello che posso dire è che la moto è relativamente maneggevole”.

Per restare aggiornato sui Test di Valencia CLICCA QUI

Di certo resta un’accoglienza calorosa nei suoi confronti, con un team a completa disposizione per accogliere il suo feedback: “Devo dire che il primo giorno nel box è stato molto bello. Molte persone mi stavano aspettando con grande entusiasmo – ha ammesso Andrea Iannone -. Sento molto questo affetto e sono molto felice. Questo mi dimostra che sono un pilota importante per Aprilia e per tutto il box. Questa è un’ottima base per iniziare il lavoro futuro. Ne avevo bisogno e questo aspetto mi rende molto felice”.