Rocco Siffredi ATTACCA Mario Adinolfi: “So cosa vuoi da me, chiamami!”

0
131
Rocco Siffredi
Rocco Siffredi (©Getty Images)

Rocco Siffredi, dopo la polemica di Mario Adinolfi nei suoi confronti, ha replicato duramente all’ex parlamentare: ecco le parole del pornoattore

Piaccia o non piaccia, Rocco Siffredi è sicuramente una delle icone più riconoscibili dei nostri tempi. Il 54enne abruzzese, oggi residente a Budapest con la sua famiglia, continua a far parlare di sé per la sua carriera nel mondo del porno. Anche in termini non lusinghieri, come ha fatto Mario Adinolfi a ‘La Zanzara’, programma in onda su ‘Radio24’. L’ex parlamentare e leader de ‘Il Popolo della Famiglia’ ha duramente criticato Siffredi e il suo ambiente lavorativo, affermando: “Se fossi io a governare l’Italia, gli chiederei di non tornare nel nostro Paese oppure di cambiare mestiere. Certi siti spinti hanno distrutto molti nostri giovani e l’immagine delle donne ne esce totalmente umiliata”.

LEGGI ANCHE: >>> ROCCO SIFFREDI IN OSPEDALE, L’OPERAZIONE DIVENTA VIRALE

La replica di Rocco Siffredi, che come di consueto ha la battuta sempre pronta, non si è fatta attendere. “Mi sono informato su di lei – ha dichiarato – Pare che sia stato mollato e che sua moglie abbia capito che c’è qualche cosa che non va. Lei promuove le famiglie e si scaglia contro il divorzio, ma in realtà predica bene e razzola male. E nonostante io abbia un lavoro che è un male, signor Adinolfi, ho una famiglia fantastica da 25 anni. Due figli stupendi e laureati. Vedo in lei un grandissimo desiderio. Nel suo inconscio, Adinolfi, lei vuole essere inc….o da me. Allora non fai altro che chiamarmi, ci mettiamo d’accordo, e se mi piace il tuo c…o lo faccio. Nessun problema”.

A seguire, è arrivata anche la risposta di Adinolfi sul proprio profilo Facebook: “Rocco Siffredi non è il male, è un uomo di grande intelligenza dedito a un lavoro dai contorni demoniaci, come da lui stesso affermato tempo fa – si legge – Siffredi definì tanti anni fa il mondo del porno una schifezza e io sono d’accordo, anche se si tratta di un business pazzesco. Il suo attacco arriva perché ho proposto una black list dei siti porno. Quanto alla sua proposta, grazie, come se avessi accettato”.