Andrea Dovizioso (Getty Images)

MotoGP | Andrea Dovizioso: “Ho preso tanti schiaffi, ma li ho ridati con più forza”

Andrea Dovizioso ha vissuto una stagione davvero particolare, fatta di tanti alti e bassi. In particolare sul rendimento del rider Ducati ha pesato una prima parte zoppicante dove a causa di qualche errore di troppo si è ritrovato tanto distante dalla vetta della classifica. A peggiorare le cose poi ci si è messa anche la sfortuna, vedi la carambola di Jerez con Pedrosa e Lorenzo.

Ieri però Andrea Dovizioso ha voluto chiudere la stagione così come l’aveva cominciata con una vittoria. Un successo importante, basti pensare che nella storia Ducati, qui a Valencia solo Stoner e Bayliss erano riusciti a fare questo tipo di impresa.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Andrea Dovizioso CLICCA QUI

Dovizioso vuole vedere il bicchiere mezzo pieno

Come riportato dai colleghi di “Motorsport.com”, il rider della Ducati ha così commentato la propria prestazione: “Questa vittoria è la testimonianza che spesso riusciamo a fare delle strategie giuste. Venerdì non eravamo a posto sull’acqua, ma siamo rimasti tranquilli e abbiamo lavorato. Abbiamo salvato una gomma che in Gara-2 ha fatto la differenza. Abbiamo poi fatto una piccola modifica tra le due mini-gare e questo è sintomo di tranquillità e competenza”.

Andrea Dovizioso ha poi continuato: “Marc ha ancora qualcosina in più sull’asciutto e Suzuki e Yamaha sono arrivate con noi nelle ultime gare quindi mi aspetto un 2019 combattuto. Questa è una pista su cui ho sempre fatto molta fatica. Sono tutte cose sulle quali stiamo lavorando a casa e in pista si vedono gli effetti. Non siamo riusciti ad essere costanti, ma siamo riusciti ad essere competitivi dove non ce l’aspettavamo. Voglio vedere però il lato positivo delle cose, perché quello che c’è successo ci ha permesso di diventare come siamo”.

Il pilota italiano ha parlato poi dei passi avanti fatti: “In carriera ho preso tanti schiaffi senza riuscire a tirarmi su durante la stagione. Quest’anno, invece, è successo l’opposto, quando ho preso qualche schiaffo l’ho ridato con più forza. Quest’anno potevamo fare sicuramente meglio, ma bisogna ammettere quando gli avversari sono più forti e sarebbe stato difficile anche con tutto perfetto”.

Antonio Russo