Valentino Rossi: “Nessuna novità nei test di Valencia e Jerez”

Valentino Rossi
Getty Images

MotoGP, Valentino Rossi: “Nessuna novità nei test di Valencia e Jerez”.

Valentino Rossi per una stagione intera ha lamentato mancanza di comunicazione e, soprattutto, di aggiornamenti con la fabbrica Yamaha, precisamente con la parte giapponese del team. Il problema alla gomma posteriore che si usura anzitempo causando spinning e quindi mancanza di trazione si trascina dall’anno scorso, evidenziando l’incapacità a risolvere i problemi in tempi celeri. Lo scorso inverno è stato commesso un errore grave sulla scelta errata della specifica del motore, il vuoto nel campo dell’elettronica ha fatto il resto. (Per tutte le notizie sulla MotoGP LEGGI QUI)

Motore e centralina unica sono i due settori che richiedono modifiche per tornare a poter lottare costantemente per la vittoria, da martedì si comincerà a lavorare sui prototipi 2019 nel primo test ufficiale a Valencia, una settimana dopo sul circuito di Jerez de le Frontera. Cosa cova nel box Yamaha?  “Per me, in questi due test abbiamo poche cose da provare, specialmente il motore, che è importante decidere il prima possibile. Ma non ci saranno così tante cose qui e a Jerez, forse più in Malesia a febbraio”.

Quindi nessuna grande novità almeno per quest’ultimo mese, una situazione al limite dell’assurdo, che lascerà Valentino Rossi sulle spine almeno per altri tre mesi. A Valencia c’è in gioco il terzo posto finale, su un tracciato difficile per le M1 e dove Maverick Vinales ha un certo vantaggio. “Tecnicamente stiamo soffrendo. All’inizio del 2017 eravamo veloci, poi ho vinto ad Assen, ma la seconda parte dell’anno è stata come quest’anno, è difficile, soprattutto quando sei a questo punto della mia carriera. È difficile mantenere la concentrazione e dare il massimo, forse è stato un test, speriamo di recuperare quest’inverno, Viñales ha vinto una gara, ero in vantaggio in Malesia, ma, comunque, non siamo al top”.