Hamilton boccia l’elettrico: “Spero non arrivi in F1”

0
117
Lewis Hamilton (©Getty Images)

F1 | Hamilton boccia l’elettrico: “Non fa per me”

Seppur meno categorico rispetto a Kimi Raikkonen e comunque favorevole all’intento primigenio che è quello della maggior tutela dell’ambiente, Lewis Hamilton ha ammesso di non gradire le competizioni elettriche e dunque di non vedersi al volante di una monoposto e di una macchina da gara con quelle caratteristiche.

I gas che emettono le auto comuni di certo non fanno bene al clima e al mondo, tuttavia da fan delle corse, amo la benzina e la amerò sempre. Non cambierò mai idea“, ha dichiarato alla stampa in Brasile. “Anzi mi auguro che nelle stagioni che mi restano, tutto rimanga com’è, con il motore a V e un certo suono“.

Per conoscere il pensiero di Sebastian Vettel sulla Formula E LEGGI QUI

La F1 su un altro pianeta

Nonostante il forte interesse manifestato dalle grandi Case verso la categoria, per Ham è difficile che possa arrivare in tempi brevi al livello della massima serie.

Sicuramente la Formula E sta facendo un ottimo lavoro ed infatti tanti brand importanti come Audi, BMW e Mercedes stanno sposando la serie per rispondere alle esigenze della produzione“, ha proseguito nella riflessione. “In giro ci sono migliaia di vetture ed è importante che si passi all’ibrido per diminuire le emissioni“.

Detto ciò, non credo che la si potrà mai comparare il Circus. Se accadrà sarà non prima di 5 o 10 anni, anche perché la tecnologia di cui disponiamo è troppo avanzata se confrontata alla loro. Al momento sono più lente di una Formula Ford, per cui la strada per raggiungerci è ancora piuttosto lunga“, ha sottolineato il pentacampione. “Come ho già affermato stanno comunque crescendo. Ho visto le nuove Gen 2 sui social e ammetto che sono abbastanza belle, quindi gli auguro il meglio”.

Nel campionato 2018/2019 al via il prossimo 15 dicembre la F.E schiererà due nuovi driver ex F1, ossia Felipe Massa e l’attuale pilota McLaren Stoffel Vandoorne.

Chiara Rainis