F1, Ferrari studia i rinforzi: cambiamenti nel reparto tecnico

0
265
Rob Smedley
Getty Images

F1, Ferrari studia i rinforzi: cambiamenti nel reparto tecnico

Ferrari è al tappeto, il Gran Premio di Monza è stato il knock out definitivo, adesso serve risollevarsi in vista della rivincita. Il primo tassello è Charles Leclerc, più che altro una scommessa per gli uomini di Maranello che hanno voluto puntare su un giovane talento, controcorrente alla storica filosofia della casa modenese.

Ma cambiare pilota non basta, serve un tecnico in grado di saper prendere le redini in mano in caso di tempesta. Nelle ultime sette gare una sola vittoria, una resa anticipata al dominio di Lewis Hamilton e Mercedes, uno schiaffo morale difficile da guardare per tutti i tifosi. Ancora una volta l’assalto al mondiale di Formula 1 è fallito, Maurizio Arrivabene ne ha preso atto ed è pronto ai cambiamenti, senza dover necessariamente stravolgere l’assetto tecnico.

Mattia Binotto continuerà a dirigere il reparto tecnico, qualche pedina a Maranello si è già mossa: Jock Clear, che ha appena firmato un nuovo accordo «a lungo termine» con Maranello, lascerà il ruolo di coordinatore dei tecnici per concentrarsi sul neo ingaggiato Charles Leclerc. Il tecnico inglese ha diretto Jacques Villeneuve alla conquista del Mondiale ’97, è una garanzia e per questo sarà investito sul giovane francese. Al suo posto Laurent Mekies, francese di 41 anni, a lungo in Toro Rosso e poi in Fia dove sino a marzo è stato vice di Charlie Withing. Dopo il consueto periodo di stop previsto dalle regole, è entrato a Maranello, che lo aveva annunciato a marzo, ai primi di settembre.

>>> Per altre notizie sul mondo della Formula 1 LEGGI QUI <<<

In Giappone il team principal Arrivabene ha detto di volersi affidare a un pistaiolo e gli occhi sarebbero caduto su Rob Smedley, 44 anni, inglese, che ha già annunciato l’addio alla Williams, dove era il capo degli ingegneri. Smedley ha lavorato per 15 anni a Maranello, inizialmente alla squadra test e poi come responsabile dell’auto di Felipe Massa fino al 2010. Al momento in casa Ferrari smentiscono, ma ad Interlagos l’ingegnere ha affermato di dialogare con diversi personaggi del Circus e si è detto pronto ad una “vacanza” in Italia nel mese di gennaio…