Helmut Marko (©Getty Images)

F1 | Marko complottista: “Incidente Verstappen-Ocon voluto da Mercedes”

Trionfante come tutta la sua squadra nel paddock di Interlagos per l’ennesimo titolo costruttori portato a casa, Toto Wolff si è trovato con la domenica sera rovinata dalla polemica per il contatto tra  Verstappen, al comando fino al giro 43, e il driver Force India Ocon, che in quel momento stava tentando di sdoppiarsi. Un episodio controverso e soprattutto cruciale per il successo in corsa di Lewis Hamilton.
Esteban ci ha provato sapendo di poter sfruttare le gomme nuove“, ha analizzato alla fine il boss Mercedes. “Era molto più veloce di Max. Erano vicini, ha tentato di passare e alla fine si sono toccati. L’olandese comandava la gara, è stato solo un incidente. Sono sicuro che, anche per evitare le critiche, Ocon ne avrebbe fatto a meno“.
Per sapere cosa è successo nel post-GP tra Max Verstappen ed Esteban Ocon LEGGI QUI

Ovviamente meno disposto a chiudere la questione sbrigativamente il box energetico, che, con vena polemica, tramite il suo talent scout Helmut Marko ha puntato il dito contro Stoccarda, rea, secondo lui, di aver istruito il francese a speronare il loro pilota in modo da permettere ad Ham di vincere la gara ed avere garanzia del mondiale marche.

Queste parole sono frutto di come il dottor Marko vede il mondo“, la controbattuta di Wolff, decisamente indispettito dai sospetti.  “Voglio lasciargli la sua visione. Non voglio scendere al suo livello. Noi dobbiamo celebrare il nostro quinto campionato”.

Per mettere a tacere del tutto la Red Bull, il manager delle Frecce d’Argento ha sottolineato come il loro focus fosse sul Cavallino.

Lewis è stato molto chiaro, dicendo che Verstappen non era il nostro rivale, ma la Ferrari. Noi stavamo cercando di battere e di finire davanti alle Rosse. Quando Max è apparso come un fulmine alle sue spalle è stato chiaro che fosse fuori dalla sua portata. Sarebbe stata una lotta non necessaria. Il nostro obiettivo era stare davanti alle SF71-H“, ha chiosato.

Chiara Rainis