Ferrari (Getty Images)

F1 | Ferrari sbriciolata, ora anche la Red Bull è davanti

Il Gran Premio del Brasile lascia più di una preoccupazione in casa Ferrari e soprattutto fa aumentare i dubbi e le paure in vista della prossima stagione. La sconfitta è di quelle fragorose perché con l’aiuto delle Red Bull questo costruttori era fattibile, ma ieri lì davanti, a lottare con le Mercedes non c’erano le due Rosse bensì le due Lattine.

Una giornata decisamente grigia quindi per la Ferrari che pur guardando la vetta abbastanza vicina non è riuscita mai ad impensierire i primi. Bene Raikkonen che ha disputato una gara di grande sostanza agguantando l’ennesimo podio stagionale.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti sulla Ferrari CLICCA QUI

Red Bull in grande crescita

Giornata pessima per Sebastian Vettel che a causa di un sensore difettoso non è mai riuscito ad essere competitivo. Sarebbe curioso capire quanto questo dettaglio abbia inciso sulla sua prestazione. Contro questa Mercedes così perfetta per l’anno prossimo ci vuole di più anche da parte del team oltre che dai piloti naturalmente.

A preoccupare Maranello però c’è anche la grande crescita da parte di Red Bull. Sembra di assistere un po’ a quel finale di stagione 2009, quando le Lattine cominciarono a vincere preparando tutti ai 4 anni di dominio successivi con Vettel. L’impressione è che l’anno prossimo il marchio austriaco possa giocarsela alla pari con Ferrari e Mercedes.

L’impressione è che l’anno prossimo sarà lotta a tre e che la Ferrari abbia perso l’enorme vantaggio che sembrava avere sulla concorrenza ad inizio stagione. Se a Maranello vogliono ritornare a giocarsi il titolo avranno bisogno di una vettura impeccabile e di due piloti all’altezza della situazione.

Antonio Russo