Arrivabene: “Brava Mercedes! Problemi per Vettel”

Maurizio Arrivabene (©Getty Images)

F1 | Arrivabene: “Brava Mercedes! Problemi per Vettel”

Al termine di un GP del Brasile che di certo non le ha regalato ciò che avrebbe voluto, la Ferrari è stata costretta a rendere merito alla concorrenza. Con 620 punti contro i 553 della Rossa la Mercedes si è assicurata matematicamente il titolo costruttori, mettendo così la parola fine alla battaglia per ogni coppa che conta.

Nonostante il podio di Kimi, non siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo, che era quello di tenere aperta la lotta nel mondiale marche. Dunque congratulazioni alla nostra avversaria“, ha dovuto riconoscere il boss Maurizio Arrivabene.

A proposito invece del mesto sesto posto di Sebastian Vettel, praticamente invisibile in corsa, il manager bresciano ha spiegato: “Già dal giro di formazione ci eravamo accorti di un problema ad un sensore sulla sua vettura. Questo inconveniente ci ha costretti, per tutto il GP ad adottare regolazioni diverse da quelle comunemente usate, con conseguenti problemi di guidabilità“.

Per sapere cosa ha detto Sebastian Vettel nel post GP del Brasile LEGGI QUI

L’analisi di Iceman

Buon terzo terzo, ma soprattutto costante e aggressivo per tutte le 71 tornate, forse galvanizzato dai ricordi del lontano 2007, Raikkonen ha concluso il weekend di Interlagos con il sorriso.

E’ stata una gara difficile, ma altresì divertente e con qualche bella lotta“, il commento del finnico. “Ovviamente dal punto di vista del risultato non è un granché, ma comunque il podio va bene. La macchina andava, penso di aver fatto una buona partenza, tuttavia non ho trovato lo spazio e una Red Bull mi ha superato all’esterno. Subito dopo l’ho ripassata, poi è tornata davanti, ma in realtà il problema più grosso è stato il non riuscire a scavalcare la Mercedes. Credo sia stato il risultato migliore che potessimo ottenere, non abbiamo commesso errori stupidi e siamo arrivati a 4″ dal vincitore”.

Per il driver di Espoo il round di San Paolo ha significato un nuovo record, ossia il 12° arrivo in top 3 del 2018. “Mi fa piacere ma non credo sia stata una delle mie migliori stagioni, ho vinto solo una volta. Potevo conquistare qualche altro successo, però è stato possibile. A volte le cose vanno così…“, la conclusione laconica.

Chiara Rainis