Qualifiche Brasile, a Vettel multa e reprimenda

Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Qualifiche Brasile, a Vettel multa e reprimenda

Dopo un lungo consulto il collegio dei commissari sportivi presente ad Interlagos ha deciso di sanzionare Sebastian Vettel  per non aver rispettato la procedura di peso prevista dalla FIA e che questa ha effettuato nel corso delle qualifiche di sabato pomeriggio.

Nessuna penalità in griglia

Per la fortuna del driver Ferrari, secondo alle spalle di Lewis Hamilton al termine di una sessione serratissima, gli steward hanno optato per una punizione pecuniaria per l’episodio avvenuto nelle fasi concitate del Q2, quando per paura di trovarsi rallentato dalla pioggia il tedesco non ha rispettato il regolamento in pit lane al richiamo dei federali, rimanendo con il motore accesso e andando a colpire l’attrezzatura utilizzata per le rilevazioni.
Per lui quindi una multa di 25 mila euro accompagnata da una reprimenda.

La vettura #5 non ha rispettato le istruzioni per la sicurezza e la condotta ordinata dell’evento“, la spiegazione sulla nota della Federazione. “Inoltre, una volta preso il peso non ha atteso che fossero gli ufficiali a spingere la macchina e ha riavviato il motore  scendo in autonomia creando un danno alla bilancia“.

Per conoscere tutti i dettagli delle qualifiche del Brasile LEGGI QUI

Sebbene nessuno dei presenti sia rimasto ferito, la pesa è stata proiettata dal posteriore della monoposto. I commissari hanno ugualmente riconosciuto che il pilota non  si è mosso in maniera incauta, ciò nonostante ha infranto una norma procedurale fissata proprio per prevenire il danneggiamento della strumentazione utilizzata e situazione potenzialmente pericolose“, la conclusione del testo.

Insomma, tutto si è esaurito con una punizione relativamente blanda, tuttavia fa pensare, soprattutto in ottica 2019,  il fatto ormai da un po’ di tempo, in ogni GP Seb si trovi sempre in mezzo al caos, nervoso e a tratti poco lucido. Che sia vedere un Charles Leclerc, suo futuro compagno di squadra, tanto in palla al volante della piccola Alfa Romeo Sauber, a togliergli il sorriso e la tranquillità? Di certo anche in Brasile, il monegasco è riuscito a mettersi in luce.

Chiara Rainis