F1, Sebastian Vettel alza bandiera bianca: “Mercedes più forte di noi”

Sebastian Vettel
Getty Images

F1, Sebastian Vettel alza bandiera bianca: “Mercedes più forte di noi”.

Gara da archiviare per Sebastian Vettel a Interlagos, con un timido sesto posto che significa bandiera bianca anche nei confronti del titolo Costruttori che finisce nelle mani della Mercedes, vittoriosa con il suo campione del mondo Lewis Hamilton. (Per altre news di F1 clicca QUI)

Il tedesco della Ferrari ha dovuto fare i conti con dei problemi alla monoposto sin dalla partenza, con un sensore difettoso che ha rallentato il passo della sua monoposto non permettendogli di ambire al podio. “Quest’anno la Mercedes ha dimostrato di essere più forte di noi, non c’è molto da dire se non farle le congratulazioni”, ha commentato Sebastian Vettel. Una gara tutta in salita, allietata solo dal podio di Kimi Raikkonen. Il blistering sulle gomme posteriori ha ulteriormente aggravata una situazione già complicata, senza contare un’errata strategia gomme all’inizio con le Soft, “perché le Supersoft hanno retto più a lungo di quanto ci potessimo aspettare: speravamo fosse un aiuto, ma alla fine è stato uno svantaggio. Sono però contento del podio di Kimi, anche se abbiamo perso il mondiale Costruttori contro la Mercedes”.

Le due Mercedes hanno lavorato alla perfezione sin dai primi giri, rendendo superfluo ogni tentativo degli avversari. “Il Gran Premio non si è sviluppato come ci aspettavamo, ma a volte succede nella Formula 1”. Per quanto riguarda l’ordine di scuderia a favore di Kimi Raikkonen Seb afferma: “Era ovvio e comprensibile. Aveva le gomme più fresche di me. Ho fatto alcuni giri per fare qualcosa per raggiungere Bottas, ma non ha funzionato. Quindi ho lasciato che Kimi ci provasse. Non ho problemi con questo. Tutti sanno che mi piace Kimi, quindi gli ho dato volentieri la possibilità… Non devo incolpare me stesso, ho provato di tutto… Alla fine, possiamo essere felici che Kimi abbia conquistato un altro podio”.