Magneti Marelli venduta da FCA ai giapponesi Calsonic Kansei

Magneti Marelli
Magneti Marelli © Getty Images

Giornata importante per il mercato italiano con l’azienda Magneti Marelli che è stata venduta al gruppo giapponese Calsonic Kansei per una cifra intorno ai 6,2 miliardi di euro. L’azienda, una multinazionale specializzata nella fornitura di prodotti e sistemi ad alta tecnologia per l’industria automobilistica è passata quindi nelle mani del gruppo nipponico anche se l’attività resterà ancora in Italia almeno per i prossimi cinque anni così come sono stati tutelati i lavoratori per il prossimo quinquennio. La Calsonic Kalsei, società che ha acquistato da FCA l’azienda italiana, fa parte del fondo statunitense Kkr e si occupa di componentistica ed ora grazie alla fusione con la società del nostro Paese, mira a diventare un leader assoluto nel proprio settore con una grande forza lavoro ed un fatturato che non ha concorrenza al momento.

FCA cede Magneti Marelli

La trattativa per cedere la società italiana da parte di FCA era iniziata già alcuni mesi fa quando a capo c’era ancora Sergio Marchionne, pronto a far entrare denaro fresco dalla cessione della Magneti Marelli. Secondo quanto affermato da Autonews.com le trattative sono andate avanti con diverse società, pronte ad acquistare l’azienda italiana con Marchionne che aveva fissato il prezzo a non meno di sei miliardi di euro. La sede principale resterà a Corbetta in provincia di Milano e sono state tutelate tutte le posizioni dei lavoratori che almeno per i prossimi cinque anni possono essere tranquilli del proprio posto di lavoro. Una trattativa che per lo svolgimento ha soddisfatto anche i sindacati che hanno però affermato di voler restare vigili per controllare al meglio la situazione.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.