MotoGP, Valentino Rossi: “Marquez merita questo Mondiale”

0
526
Valentino Rossi
Getty Images

MotoGP, Valentino Rossi: “Marc Marquez merita questo Mondiale”

Valentino Rossi aveva capito che i risultati positivi della Yamaha in Thailandia erano stati casuali. Suzuki è la prova che Yamaha ha lavorato nella direzione sbagliata, con Alex Rins sul podio e Andrea Iannone più veloce del Dottore sebbene sia caduto a metà gara.

Valentino Rossi è partito dalla nona posizione in griglia a Motegi, ma ha fatto un salto veloce in gara e si è unito al gruppo di testa. Dopo 24 giri, tuttavia, ha perso il primo podio dal Sachsenring di 4,7 secondi contro il pilota della Suzuki Alex Rins, arrivando a 6,4 secondi dal vincitore Marc Márquez.

“Il quarto posto non è un brutto risultato. Perché abbiamo fatto un buon lavoro qui, abbiamo fatto un altro passo avanti nel warm-up, poi mi sono sentito meglio sulla moto. Ho iniziato abbastanza ottimisticamente e ho cercato di lottare per il podio. Ma sfortunatamente le due Suzuki e Crutchlow erano più veloci di me. Ho cercato di non abbassare la testa, non mi sono arreso e mi sono difeso meglio che potevo. E ho fatto del mio meglio per non sbagliare e per sopportare il ritmo fino alla fine. Ora abbiamo visto di nuovo il nostro potenziale… più basso di quello che abbiamo mostrato in Tailandia, purtroppo”.

Il terzo posto di Vinales in Thailandia era probabilmente dovuto alla carcassa della gomma più dura, con cui la M1 si trova certamente meglio. “Come ho detto al Buriram, i cambiamenti che avevamo sulla moto erano molto lievi. Le alte temperature e le gomme dure ci hanno aiutato lì. Quindi siamo stati più vicini alla cima, ma in realtà Dovi e Márquez hanno ottenuto la vittoria lì. Io e Maverick non siamo mai stati in grado di lottare per la vittoria lì, potevamo stare solo dietro di loro. Non potevamo attaccare. Qui abbiamo mostrato il nostro solito potenziale… Sembra che gli avversari siano un po’ più forti”.

E cosa ha detto Rossi della vittoria del quinto titolo di Marc Márquez? “Sì, se lo merita. Era l’uomo più veloce in pista. Ecco perché merita questo campionato”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News