Marc Marquez: “Contento solo se vinco, festeggiando mi sono fatto male”

Lo spagnolo punta già al prossimo titolo

Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez: “Contento solo se vinco, festeggiando mi sono fatto male”

Marc Marquez è sempre di più nell’Olimpo della MotoGP. Il pilota della HRC ha conquistato il suo 7° titolo mondiale, 5° in MotoGP. Il rider spagnolo ha vinto il Gran Premio di Motegi conquistando la corona iridata proprio in casa della Honda dopo una gara fantastica.

Scattato alla perfezione al via Marc Marquez si è subito messo negli scarichi di Andrea Dovizioso cercando di studiarlo. A quel punto ha cominciato a scambiarsi di posizione un paio di volte con Crutchlow. Nei giri finali però i due contendenti per il titolo hanno preso letteralmente il largo giocandosi così da soli la vittoria.

Onore a Dovizioso per Marquez

Al penultimo giro però Dovizioso nel tentativo di tenere la ruota di Marc Marquez ha perso il posteriore finendo in terra. La scivolata del rider Ducati ha così regalato il successo allo spagnolo della HRC che ha così afferrato il suo 7° titolo iridato.

Come riportato da “Sky Sport”, Marc Marquez a margine della gara ha così dichiarato: “Dopo Aragon ho cominciato a pensare di poter vincere il mondiale, ma mi sono detto che dovevo provare a farlo qui a Motegi, al primo match ball ed è andata bene. La gara era un po’ come l’avevo immaginata. Volevo fare una bella partenza e attaccarmi a Dovizioso, l’ho fatto e ho cercato di stargli vicino. Ho provato ad attaccarlo, ma ho sbagliato e mi ha superato di nuovo”.

Il rider della HRC ha poi proseguito: “Per sfortuna è caduto perché mi sarebbe piaciuto essere qui con lui sul podio, le battaglie con Dovizioso sono molto belle. La strategia di questo anno è stata simile a quella dell’anno scorso di Andrea, ho imparato tanto da lui l’anno scorso e anche quest’anno. Penso che il suo livello è molto alto, anche l’anno prossimo battaglieremo sino alla fine. Più di questo non posso rischiare. In questo finale di stagione io, Andrea e Jorge eravamo sopra tutti”.

Marc Marquez ha poi fatto cenno al titolo costruttori: “Sotto mi hanno già avvisato che ho vinto il mondiale io, ma che manca ancora quello marche. Sono contento solo se vinco. L’anno prossimo c’è la voglia e la pressione di lottare per un altro mondiale. Alzamora è il mio secondo papà, siamo cresciuti insieme, lui dice sempre che qualche giorno lo ammazzerò”.

Lo spagnolo ha poi così concluso: “L’ultimo giro è stato il più bello, ma anche il più difficile. Era difficile restare concentrato. Ho sbagliato tanto. Quando ho festeggiato mi è uscita la spalla mentre abbracciavo Redding. Devo operarmi, ma non è il momento, mi ha aiutato mio fratello a rimetterla a posto. Quando ho vinto ho pensato a mia nonna che abbiamo perso qualche anno fa. Ho vinto io oggi, ma c’è tanta gente dietro e senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.

Antonio Russo