MotoGP Motegi, Jack Miller: “Vorrei aiutare Dovizioso in gara”

0
172
Jack Miller
Jack Miller (©Getty Images)

MotoGP Motegi, Jack Miller in prima fila: il pilota Pramac Ducati vorrebbe aiutare Dovizioso

Ottimo terzo posto conquistato da Jack Miller nelle Qualifiche MotoGP a Motegi. Il pilota del team Pramac Ducati domani partirà in prima fila nel Gran Premio del Giappone 2018. Un risultato molto buono per rider e team.

Ovviamente sarà importante riuscire a conquistare un buon risultato anche in gara. Difficile dire se l’australiano possa inserirsi nella lotta per il podio, però sulla pista di proprietà della Honda sembra essere competitivo. La sua Desmosedici GP17 è veloce e starà anche a lui cercare di capitalizzare al meglio domani.

MotoGP Motegi, Jack Miller dopo le Qualifiche

E’ un Jack Miller decisamente soddisfatto quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport dopo le Qualifiche MotoGP di Motegi. Queste le sue dichiarazioni sul terzo posto ottenuto: «E’ stato un po’ uno shock per me. E’ difficile fare un giro perfetto qui, bisogna essere molti precisi. Non ero felice del primo turno, volevo migliorare e sono riuscito a farlo un bel po’. Alla Curva 5 sono caduto, succede quando cerchi di spingere».

Il pilota australiano si sente a proprio agio sulla sua Ducati e conta di conquistare un buon risultato in questo Gran Premio del Giappone: «Il feeling è buono, abbiamo provato cambiamenti e aggiustamenti in questo weekend. Sono contento della performance della moto, vedremo domani. Innanzitutto non voglio fare l’errore di Misano. Devo stare calmo quando sono davanti, devo gestire bene la gomme e in generale la situazione. Proverò a stare nel gruppo, anche se è probabile che Dovizioso cercherà di spingere subito dato che Marquez è dietro».

Infine Miller spiega che nella propria strategia di gara è prevista l’ipotesi di aiutare Andrea Dovizioso, se gli sarà possibile farlo: «Sicuramente se posso, cercherò di aiutare Dovizioso. Se poi vorrà staccare tutti, non sarò certo io a rincorrerlo. Io penso che lui abbia bisogno di questa opportunità. E’ passato molto tempo dall’ultimo errore di Marquez. Sono contento per Dovi, però sappiamo che Marc in gara è fortissimo».


Matteo Bellan