miss padania benedetta mironici
Miss Padania 2008, Benedetta Mironici, a processo per furto

Fu Miss Padania nel 2008, ma da allora Benedetta Mironici ha vissuto qualche peripezia di troppo. L’ultima, recentissima, la vede implicata in un pasticcio.

In passato era stata eletta Miss Padania, e prima dei quella incoronazione avvenuto nel 2008, quando aveva 25 anni, Benedetta Mironici era stata anche Dea Italiana nel 2006 per poi vincere la fascia di Miss Treviso Marathon nel 2009. Ma ora di lei si parla per una brutta vicenda giudiziaria che la vede implicata nella parte dell’imputata. Alla donna vengono infatti contestati i reati di tentato furto e ricettazione assieme a due complici, uno dei quali non è stato identificato. L’altro si chiama Federico Marini, 30 anni. Ed il trio, lo scorso 4 luglio, assaltò un furgone parcheggiato in strada a San Antonino, in provincia di Treviso. L’improvvisata banda agì nel cuore della notte, ma l’evidente inesperienza nel provare a mettere a segno un colpo causò un bel fracasso. Un abitante della zona si svegliò per affacciarsi e vedere cosa disturbava il suo sonno.

LEGGI ANCHE –> A letto con lo studente 14enne, la bella insegnante è nei guai – FOTO

Benedetta Mironici, guai con la giustizia

In strada questa persona aveva notato i tre intenti a scassinare il retro del veicolo e subito era partita quindi una telefonata alla polizia. Ben presto Benedetta Mironici ed i complici sono finiti in manette. Nell’abitazione di lei e di Marini, suo convivente, era stata trovata anche dell’altra refurtiva, frutto di altri colpi precedenti. In più in garage c’era pure una moto di grossa cilindrata rubata a Jesolo, nel Veneziano. Due giorni fa di mattina si è svolto il processo. La difesa degli imputati ha avanzato una richiesta di rinvio allo scopo di prendere tempo e provare la strada del patteggiamento.

La prossima udienza è fissata per il prossimo 5 novembre, in caso di mancato accordo scatterà poi il rito abbreviato. Tra l’altro della Mironici si parlò già per altri controversi motivi nel 2012. Allora la ragazza era legata sentimentalmente ad un imprenditore, Roberto Fulmine, che lei denunciò per maltrattamenti e lesioni aggravate. L’uomo fu inizialmente indagato per tentato omicidio, ma non ebbe alcuna condanna alla fine, in quanto risarcì economicamente l’ex Miss Padania.

LEGGI ANCHE –> Va a letto col suo studente, insegnante sorride nella foto segnaletica

Segui le nostre notizie anche su Google news