Jorge Lorenzo: “Ero più fiducioso in Thailandia che qua, c’è un pericolo”

Il pilota spagnolo è titubante sulla sua presenza in gara

Jorge Lorenzo (Getty Images)

MotoGP | Jorge Lorenzo: “Ero più fiducioso in Thailandia che qua, c’è un pericolo”

Jorge Lorenzo vuole ardentemente scendere in pista domenica per gareggiare. Purtroppo però a quanto pare la frattura al polso è molto più grave del previsto. Il dolore è tanto, ma soprattutto lo spagnolo rischia di peggiorare la situazione correndoci sopra. Nelle prossime ore si saprà di più.

Come riportato da “Motorsport.com”, Jorge Lorenzo ha così dichiarato: “Abbiamo fatto degli esami in più, con uno scanner da un’altra prospettiva e mostra una frattura più completa di quella vista in Thailandia. Attualmente le sensazioni non sono buone, ma ho intenzione di girare domani”.

Lorenzo vuole correre a tutti i costi

Lo spagnolo ha poi proseguito: “L’osso non si è mosso, ma con le violenti frenate che ci sono qui potrebbe farlo ed è rischioso. Il dolore non mi preoccupa, ma mi preoccupa che l’osso si possa spostare. Non si sa mai, prima bisogna provare, ma non mi aspetto buone sensazioni”.

Jorge Lorenzo ha poi parlato dei progressi fatti: “Domani avrò maggiori informazioni e valuteremo. I primi giorni stavo avendo una buona evoluzione, ma poi ho forzato un po’ ed abbiamo fatto un passo indietro. Per questo tipo di frattura ci vogliono almeno 40 giorni. Abbiamo deciso di non operare, ma forse avremmo potuto saldarla con una placca”.

Il rider della Ducati ha poi ricordato la caduta in Thailanda: “Sono deluso e triste, quando sono caduto ero contento di sapere che il piede non fosse peggiorato, poi però ha cominciato a farmi male il polso e si è evidenziata una frattura. Sono meno ottimista ora che giovedì in Thailandia”.

Infine Jorge Lorenzo ha così concluso: “All’inizio non mi avevano consigliato operazioni, ma ora che abbiamo appurato le dimensioni della frattura forse era opportuno operarmi, ma ora non sarebbe una soluzione. Non c’è nessuno a cui faccia più male non poter correre questa gara come me”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.

Antonio Russo