F1, Il GP di Austin a rischio per inondazioni?

F1 Texas 2015 (©Getty Images)

F1 | Il GP di Austin a rischio per inondazioni?

Non sarebbe la prima volta che accade, in ogni caso le probabilità che il maltempo possa stravolgere il weekend del Circus in Texas non sono da trascurare. Ad oggi tutta la regione è colpita da violente inondazioni e diversi giornalisti inviati per seguire la gara iridato hanno postato sui social le immagini del tunnel di collegamento con il tracciato, completamente sommerso.

Nello specifico a nord est di Austin, la notte scorsa, i corsi d’acqua hanno straripato e molte strade sono state chiuse in quanto il fiume che attraversa il centro città è in continua crescita. A quanto pare, e questo è il punto che ci interessa, la situazione non dovrebbe migliorare nelle prossime ore. Le previsioni del tempo danno fenomeni tempestosi senza sosta fino a domenica. Se poi sarà davvero così stare a vedere.

Il precedente

Come detto non sarebbe una novità il diluvio in quel degli USA. Già nel 2015 la F1 aveva vissuto un fine settimana anomalo. La seconda sessione di libere era stata annullata, mentre la prima e la terza erano state disputate su una pista zuppa. Quindi le qualifiche erano state spostate alla domenica a causa dell’impraticabilità del tracciato.

La speranza è che non si viva una replica di questo cataclisma per il bene di tutti e specialmente dei tifosi sulle tribune che pagano un biglietto non proprio regalato.

Facendo un po’ di storia lo scorso anno si è corso sull’asciutto. Ad uscire vincitore, non è una novità, Lewis Hamilton con la Mercedes, seguito dalle Ferrari di Sebastian Vettel, autore di un’ottima partenza ma poi incapace di mantenere la prima posizione, e Kimi Raikkonen.

Per il britannico delle Frecce d’Argento il round americano potrebbe essere quello della quinta consacrazione iridata. Gli basterà infatti arrivare davanti a tutti con Seb sul terzo gradino del podio. Una possibilità abbastanza plausibile.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.