Maverick Vinales: “Nel 2017 Yamaha ha puntato su di me, ora il contrario”

Lo spagnolo vorrebbe che Yamaha puntasse su di lui

Maverick Vinales (Getty Images)

MotoGP | Maverick Vinales: “Nel 2017 Yamaha ha puntato su di me, ora il contrario”

Maverick Vinales arriva da una stagione decisamente altalenante. Una Yamaha non all’altezza, infatti, non gli ha permesso di lottare per il titolo come, invece, avrebbe voluto. Il rider del team di Iwata però in Thailandia è finalmente ritornato sul podio e ora vuole provare anche a riportare la vittoria alla squadra giapponese che manca ormai da oltre un anno, dall’affermazione di Rossi ad Assen.

Come riportato da “Speedweek”, Maverick Vinales ha così raccontato di sé: “Le persone vedono solo la punta dell’iceberg, nessuno vede il duro lavoro che c’è stato per arrivare sino a qui. Ricordo che quando avevo 10 anni dormivo pochissimo a casa nel mio letto. Se dovessi rifarlo non lo rifarei perché bisogna sacrificare molto. Se avessi un figlio non lo metterei nelle corse motociclistiche”.

Lo spagnolo amante delle piste veloci

Lo spagnolo ha poi continuato: “Ho sempre faticato a perdere, volevo vincere sempre. Mi piacciono tanto le piste veloci come Silverstone o Phillip Island. Mi piace migliorarmi, puoi imparare ogni giorno cose nuove se vuoi. Emotivamente non è stato facile lasciare Suzuki, ma Yamaha era un’occasione che non potevo perdere. Ho visto Lorenzo e Rossi sempre sul podio e lottare per vincere, per questo ho deciso di venire qui”.

Maverick Vinales ha parlato poi del suo rapporto con il Dottore: “Non vivo nella sua ombra. Credo di essermi guadagnato il mio posto. Quest’anno è stato più difficile. Nel 2017 Yamaha ha investito il 100% su di me e abbiamo fatto una buona annata. Anche se le cose sono andate male con il telaio e le gomme alla fine penso si siano concentrati su di me. Ho avuto buoni risultati l’anno scorso ed ero felice, quest’anno è il contrario. Non potevo continuare sulla strada del 2017, mi sarebbe piaciuto, ma i risultati quest’anno sono auto-esplicativi”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.

Antonio Russo