Mercedes preoccupata: “Possiamo ancora perdere tutto”

Team Mercedes 2018 (©Getty Images)

F1 | Mercedes preoccupata: “Possiamo ancora perdere tutto”

Viene difficile pensare che ci possa credere davvero, ma a parole Toto Wolff si è professato piuttosto preoccupato per il prosieguo del mondiale e per il suo esito conclusivo nonostante i rassicuranti 67 punti di margine di Lewis Hamilton su Sebastian Vettel e i 78 della Mercedes sulla Ferrari.

Il direttore generale di Stoccarda è andato a pescare gli eventi del passato e ha confidato di temere nella replica di quanto accaduto nel 2007 quando Kimi Raikkonen la spuntò con un recupero diventato storico perché insperato e all’ultimo proprio sul britannico, allora ancora inesperto e in attesa di esplodere quale campione.

Il vantaggio in classifica non cambia nulla. Undici anni fa, quando mancavano 2 gare alla fine, Lewis era davanti per 45 lunghezze e ugualmente perse il titolo“, ha ricordato parlando ad F1i.com. “Chi mai avrebbe potuto immaginare che si sarebbe mangiato tutto il gap, tra l’altro a così pochi appuntamenti dal termine?”.

I punti vengono assegnati alla domenica e non è necessariamente la vettura più rapida a fare bottino pieno. Quanto visto in questo campionato ne fornisce un chiaro esempio. Pur non essendo la W09 la monoposto più competitiva abbiamo conquistato più gare dei nostri avversari”, ha proseguito con un atteggiamento vagamente scaramantico. “Sarebbero sufficienti due abbandoni e il nostro margine verrebbe dissolto come neve al sole”.

In soldoni il manager austriaco ha ribadito che in Texas il team andrà per firmare un’altra doppietta e stracciare il resto del gruppo. “Essere davanti non modificherà il nostro approccio ai prossimi weekend“, ha evidenziato. “Nell’automobilismo tutto può succedere e se ci comportassimo in maniera diversa le statistiche andrebbero contro di noi. Questo per dire che ad Austin ci presenteremo con i soliti obiettivi, ovvero quello di vincere e personalmente mi auguro che Ham possa aggiudicarsi l’iride già domenica”.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.