Malattia degli sportivi, scoperto il gene responsabile della morte

gene malattia sportivi
Scoperto il gene che causa la ‘malattia degli sportivi’

La ‘malattia degli sportivi’ ha fatto morti anche ben conosciuti nel mondo dello sport. Una ricerca tutta italiana ne ha scoperto l’origine.

Uno studio italiano condotto da alcuni ricercatori dell‘Università di Padova mostra dei risultati mai osservati prima nell’ambito della prevenzione della cardiomiopatia aritmogena, la cosiddetta ‘malattia degli sportivi‘. Si tratta di una patologia che causa la morte improvvisa degli sportivi di ogni età. Responsabile di tutto sarebbe un gene dal quale trarrebbe origine una particolare proteina chiamata ‘zonula occludens-1’. Anche altri geni, negli scorsi mesi, erano stati accostati al verificarsi di questa condizione. All’edizione online de ‘Il Giornale’ parla la professoressa Alessandra Rampazzo del dipartimento di Biologia dell’Università di Padova. La docente spiega di aver condotto assieme ai propri collaboratori, delle osservazioni su di una famiglia affetta da cardiomiopatia aritmogena.

Malattia degli sportivi, è ereditaria

È una malattia ereditaria della quale se ne ignorano le cause, ma che, nel marzo del 2017, era stata direttamente collegata alla mutazione del gene CDH2, dal quale sorge la proteina Caderina 2 che tiene legate le cellule del cuore. Nella famiglia oggetto delle analisi c’era stato un decesso in giovane età per questi motivi, trovando infine la spiegazione sul gene dal quale era nata la malattia. La cardiomiopatia aritmogena causa la morte di due under 35 all’anno ogni 100mila persone. E ha fatto anche vittime illustri come i compianti Pier Mario Morosini e Vigor Bovalenta, rispettivamente calciatore e pallavolista. Se un genitore ne è affetto, allora i figli hanno il 50% di possibilità di incappare negli stessi rischi, e per debellarla non si può fare altro che intervenire a livello genetico.

Segui le nostre notizie anche su Google news.