Bono  risulta essere una delle persone più influenti in ambito musicale.

Bono Vox è stato posizionato al 32º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone, e tra le sue migliori “tracce vocali” si ricordano OneBeautiful DayWith or Without You e Where the Streets Have No Name.

Bono perde la voce in pieno concerto e gli U2 sono costretti ad interrompere ed annullare lo show.

Poco dopo l’inizio del secondo concerto berlinese del gruppo U2, nella Mercedes-Benz Arena lo show è stato sospeso, il cantante Bono Vox  ha riscontrato non poche difficoltà nel cantare, avvenimento molto strano per l’artista che solitamente ha una voce molto  energica.

Durante l’esecuzione dell’hit Beautiful Day  Bono sembrava molto scosso e beve  molte volte da un thermos qualcosa di caldo riuscendo a portare a termine la canzone solo grazie al pubblico che sovrappone le voci del proprio coro spontaneo a quella sempre più flebile  dell’artista.

Bono,  lo scorso dicembre aveva raccontato a Rolling Stone di essere passato attraverso una misteriosa «near death experience» e nel 2000 aveva  infatti subito una biopsia per sospetto cancro alla gola. Oltre alla biopsia,  ha sofferto nel 2010 un’ernia del disco e nel 2014 è stato protagonista di un catastrofico incidente di bicicletta a New York che lo ha costretto a una serie di interventi chirurgici.

In una nota firmata  da Adam, Larry e The Edge sul sito ufficiale della band irlandese si legge “Bono era in gran forma e con una gran voce prima del concerto e aspettavamo tutti la seconda serata a Berlino. Ma dopo poche canzoni, ha perso completamente la voce. Non sappiamo cosa sia successo e abbiamo consultato il medico”

Quella che  poteva sembrare una pausa momentanea si è trasformato in un annullamento della serata dopo circa 40 minuti di assenza dal palco, la band comunica: “il concerto è stato annullato gli spettatori  potranno usare il biglietto per una nuova performance che sarà annunciata presto”.

In una dichiarazione pubblicata sul sito ufficiale degli U2, il cantante irlandese spiega di essere stato visitato dal  medico che ha escluso qualsiasi problema serio alle sue corde vocali e che quindi riprenderà il tour europeo.

La data è stata riprogrammata per il 13 novembre.