Tito Rabat
Getty Images

Le condizioni di salute di Tito Rabat: lunedì decisione finale, il team Reale Avintia cerca un sostituto.

Tito Rabat è già in Spagna. Il pilota del team Reale Avintia ha viaggiato venerdì scorso dalla University Hospital di Coventry alla Clinica Dexeus di Barcellona su un aereo medico privato, accompagnato in ogni fase del viaggio dai vertici dei medici dei servizi del motociclismo mondiale, il dottor Ángel Charte e il dott. Moreno.

Il volo di Rabat è atterrato all’aeroporto El Prat di Barcellona nel primo pomeriggio di venerdì e da lì è stato portato in ambulanza al Dexeus, dove questo fine settimana dovrà sottoporsi a nuove analisi che aiuteranno i medici a capire se Tito ha bisogno di passare di nuovo in sala operatoria. Tito Rabat si è fratturato il femore, tibia e perone della gamba destra dopo aver ricevuto l’impatto diretto della Honda di Franco Morbidelli durante la quarta sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna lo scorso 25 agosto.

Lo stesso giorno, alla fine del pomeriggio, i medici dell’Ospedale universitario di Coventry decisero di portare urgentemente il pilota spagnolo per medicare le fratture gravissime che aveva riportato a una gamba, una di natura aperta. 24 ore dopo, Tito stava già muovendo i suoi primi passi aiutato da uno speciale deambulatore, sintomo del successo dell’intervento che aveva subito.

Al momento il team Avintia non ha ancora comunicato i termini di recupero del suo pilota. Il team spagnolo prevede di tenere una conferenza stampa per la prossima settimana per offrire maggiori informazioni sullo stato di salute del suo pilota e per annunciare il nome del suo sostituto durante le prossime gare. Nella giornata di lunedì, poco dopo mezzogiorno, sapremo le reali condizioni dello spagnolo.

Segui le nostre notizie anche su Google news