Giacomo Agostini
Getty Images

MotoGP, Giacomo Agostini: “Valentino difficilmente vincerà il 10° titolo”.

“Se continua così, Marquez un giorno sorpasserà Valentino. Marc è giovane e molto veloce. Temo che mi batterà anche lui “, dice Giacomo Agostini (122 vittorie in GP, ​​15 titoli mondiali) su Marc Márquez.

Certo, i record sono fatti per superarli. Ma questo record quasi incredibile di Giacomo Agostini? Ora prima del Gran Premio di Misano (con altre sette gare da disputare nel 2018), Márquez ha 59 punti di vantaggio su Rossi, 71 su Lorenzo, 72 punti su Dovizioso. Il fenomeno di Cerbera sta già puntando al settimo titolo mondiale, sarebbe il quinto in MotoGP dopo uno nella classe 125 cc (2010) e uno in Moto2 (2012). E questo a soli 25 anni.

“The Doctor” non ha vinto un titolo mondiale dal 2009. Con i suoi nove trionfi iridati ha subito una brusca frenata. Agostini è diventato otto volte campione del mondo nella classe 500 cc e ha vinto sette titoli mondiali nella classe 350 cc. “Marc ha un grande vantaggio in questa stagione e non sarà facile portargli via punti. Márquez ha dimostrato di essere il migliore“, ha detto Ago.

In un’intervista al quotidiano “La Repubblica” si dice certo che il catalano vincerà il suo settimo titolo e teme per il suo record. “Non riesco a immaginare di perdere questa chiara leadership di campionato. Certo, molto può succedere in questo sport, ma mi rifiuto di pensarlo affatto… Márquez è spettacolare, cerca sempre di vincere, non calcola, mi piace questo di lui. Anche al momento attuale del campionato, non molla, solo se non c’è altro modo, usa la testa e si concede un secondo posto”.

Difficile pensare a un contendente italiano in grado di contrastare Marc Marquez. “Speriamo. Ma ci vuole pazienza, abbiamo giovani ragazzi che sono molto bravi. Morbidelli o Bagnaia, ad esempio, anche se non vi è alcuna garanzia che prevarranno nella grande classe. Mi piace molto anche Marco Bezzecchi. A differenza degli altri piloti della Moto3, è sempre in prima fila, sia in allenamento che in gara. Quindi non così incoerente come gli altri”. E il “vecchio” Valentino? Lui è ancora lì. Un grande maestro e ancora molto motivato. Ma onestamente, sarà difficile per lui battere Marc Márquez e vincere il decimo titolo. Forse la Yamaha farà un grande balzo in avanti l’anno prossimo e Honda fallirà. Chi lo sa Ma se non accade nulla di straordinario, dubito che qualcosa cambierà”.

Segui le nostre notizie anche su Google news