lady diana
(websource)

Sembra ieri ma in realtà sono già passati 21 anni dal tragico incidente che ha visto Lady Diana spegnersi. Era il 31 agosto 1997 quando si diffuse la notizia della morte della principessa triste nel tunnel dell’Alma a Parigi, insieme al suo compagno Dodi Al-Fayed. A parlare è il vigile del fuoco arrivato in soccorso dei feriti che pensò di averle salvato la vita, ma più tardi scoprì di essersi sbagliato.

Quando Xavier Gourmelon soccorse Lady D per la prima volta, non aveva idea di chi fosse, il pensiero che si ritrovasse la principessa davanti neanche lo aveva sfiorato, ma non credeva che la “donna bionda” nella parte posteriore della macchina fosse seriamente ferita poiché era cosciente e aveva gli occhi aperti. Prima di essere portata fuori dalla macchina, la prese per mano e la confortò, dicendole di stare calma. Diana gli chiese: «Mio Dio, cosa è successo?» e pochi istanti dopo fu colpita da un arresto cardiaco.

Parlando al “Sun” l’anno scorso, il signor Gourmelon riguardo all’accaduto ha dichiarato: «Ho massaggiato il suo cuore e pochi secondi dopo ha ricominciato a respirare. Ovviamente è stato un sollievo perché, come primo soccorritore, vuoi salvare delle vite – ed è quello che pensavo di aver fatto. Ad essere onesti pensavo che sarebbe vissuta. Per quanto ne sapevo quando era in ambulanza era viva e mi aspettavo che vivesse. Ma ho scoperto che era morta in ospedale. È stato molto sconvolgente. Ora so che ci sono stati gravi danni interni, ma l’intero episodio è ancora molto nella mia mente. E il ricordo di quella notte rimarrà con me per sempre. Non avevo idea che fosse la principessa Diana. Fu solo quando fu messa sull’ambulanza che uno dei paramedici mi disse che era lei.»

La sua ambulanza partì per l’ospedale alle 1:25, arrivando 41 minuti dopo. Nonostante gli sforzi medici, Diana è stata dichiarata morta alle 4:00 ora locale, alle 3:00 nel Regno Unito, all’ospedale Pitie-Salpetriere.