IndyCar, Fernando Alonso in Alabama per test a porte chiuse

0
151
Fernando Alonso
Getty Images

IndyCar, Fernando Alonso in Alabama per test a porte chiuse.

Ormai stanco dei pessimi risultati un Formula 1, Fernando Alonso il prossimo 5 settembre sarà sul circuito Barber Park, in Alabama, per un test nella IndyCar, per dare l’assalto alla vittoria sfumata l’anno scorso negli ultimi giri. Il pilota di Oviedo ha il chiodo fisso della Tripla Corona e possiamo scommetterci che il prossimo anno ci riproverà.

Per Fernando è un test importante perché non ha riferimenti con vettura Indy quest’anno e salirà quindi al volante di una Andretti Autosport Honda. In verità, il 5 settembre è più un’opportunità per la 37enne superstar di continuare a “valutare” se vuole correre un’intera stagione nella IndyCar un anno dopo aver appeso la sua tuta di Formula Uno. Mentre molti pensano che sia la direzione verso cui si sta dirigendo, ci sono ancora alcune complicazioni da risolvere se decide che è quello che vuole fare. Inoltre, Alonso non ha ancora deciso che IndyCar è ciò che vuole fare nella sua vita post-F1. Quando ha annunciato il suo ritiro, il due volte iridato ha detto che deve ancora prendere decisioni sul suo futuro e che “le nuove sfide eccitanti sono dietro l’angolo”.

Alonso ha corso a Indy nel 2017 e ha guidato fino agli ultimi 27 dei 200 giri in testa, prima che il suo motore fallisse nelle fasi conclusive mentre si contendeva la vittoria. “È una gara che [la gente] considera una delle più grandi del motorsport: una delle tre più grandi – Le Mans, Indy e Monte Carlo. Quindi, proprio per questo motivo, rappresenta una sfida davvero speciale. La seconda cosa è il modo in cui ho scoperto l’anno scorso l’approccio alla gara, il modo di guidare quelle macchine, il modo di anticipare i rimorchi, le manovre di sorpasso, tutto è molto diverso da quello che abbiamo in F1”, ha detto alla BBC. “Mi è piaciuta questa sensazione e sono felice di lavorare nelle nuove categorie e sfide che ti danno la sensazione di essere di nuovo vivo e di partire da zero”.