Vettel sull’incidente a Milano: “Ero troppo veloce”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Vettel sull’incidente a Milano: “Ero troppo veloce”

Il tifo era tutto per lui, ma forse per la troppa emozione si è reso protagonista di un errore banale. Nel toboga di Milano zona Navigli, certamente non l’ideale per delle vetture di F1, il ferrarista è andato leggermente a sbattere contro le barriere alla rotonda di Piazza XXIV Maggio danneggiando l’ala anteriore della sua SF71-H.

“Ho chiesto scusa, sono andato con la macchina e il volante di Raikkonen che aveva la frizione dall’altra parte. Non ci ho pensato, e a quel punto ero troppo veloce“. ha ammesso dopo. “Ho chiesto se fosse possibile cambiare l’ala per fare altri due giri per i tifosi. Ovviamente è stato uno sbaglio mio, ma va bene così”.

Sbavatura a parte, il 30enne non può che essere uscito galvanizzato dalla serata di mercoledì, giusto antipasto ad un weekend che si attende incandescente nella sfida con la Mercedes.

“Sarà un fine settimana speciale per me e la squadra e lo sento anche io che sono tedesco”, ha proseguito. “Speriamo di regalare grandi emozioni a Monza e con questa Ferrari so che possiamo fare una grande corsa. Per noi questa gara vale come un campionato. So che ha crea sempre entusiasmo tra i tifosi e dunque mi auguro di poter sognare insieme a loro”.

Anche Kimi, piuttosto divertito a suo agio tra il pubblico meneghino, ha ammesso di voler cancellare la delusione di Spa della scorsa settimana, quando è stato costretto al ritiro dopo poche tornare per un contatto allo start con Daniel Ricciardo.

“Monza è la gara di casa della scuderia, per mi piacerebbe ottenere per i nostri fan un grande risultato. Spingeremo al massimo nella speranza che il risultato finale per me sia migliore del Belgio. Noi abbiamo fiducia perché disponiamo di una macchina capace di andare forte ovunque”, ha chiosato il finlandese.

Chiara Rainis