Decapita la fidanzata, parla la figlia di 3 anni: “Ho visto papà tagliare mamma con le forbici”

uccide la fidanzata davanti alla figlia
(websource)

“Ho parlato con Dio e mi ha ordinato di ucciderla perché non si era pentita”. Così Timothy Hernandez alla polizia dopo aver decapitato e ucciso la compagna Vanessa Cons di fronte alla figlia di 3 anni. Pochi istanti dopo il drammatico omicidio, avvenuto nello stato di Washington, l’uomo avrebbe detto alla piccola di “andare a salutare la mamma”.

L’uomo ha confessato tutto e raccontato alle forze dell’ordine i dettagli del folle gesto. Secondo quanto emerso avrebbe dato la possibilità alla compagna di “pentirsi” ma lei avrebbe rifiutato. La bimba ha detto ai poliziotti di “aver visto papà tagliare la mamma con le forbici”. Le forbici in realtà erano un coltello da macellaio usato per decapitarla. La piccola ha aggiunto che “non sapeva perché la mamma aveva gli occhi chiusi e il sangue sul viso”.

Nonostante il folle gesto, e il racconto dell’omicidio, l’uomo ci ha tenuto a precisare di essere santo di mente. “Non sono un pazzo, altrimenti non vi avrei raccontato tutta la verità”, ha sostenuto Hernandez alla polizia in sua difesa. Ora è accusato di omicidio di primo grado e la sua cauzione è stata fissata in un milione di dollari.

“Sembra un brutto sogno”, ha scritto la sorella di Vanessa sui social network, devastata per la sua morte. «”ra una persona molto amorevole, che ha sempre messo al primo posto i suoi figli. Nonostante tutte le sfide che avrebbe dovuto affrontare nella vita, ha fatto del suo meglio per rimanere positiva e affrontare le ostilità. Il suo sorriso illuminerebbe ogni stanza e non sarà mai dimenticato. Le manca molto”.