Jackpot per Johnny Depp: l’attore vince la battaglia contro il suo ex-avvocato

Jackpot per Johnny Depp: l’attore vince la prima battaglia contro il suo ex-avvocato

Martedì 28 agosto, un giudice della California si è pronunciato sul caso di Johnny Depp contro il suo ex avvocato affermando che il loro contratto orale non è più valido. Jacob Bloom dello studio Bloom Hergott Diemer Rosenthal LaViolette Feldman Schenkman & Goodman, che secondo l’attore sarebbe responsabile insieme a Joel e Rob Mandel di The Management Group della cattiva gestione delle sue finanze e del crac finanziario, potrebbe dover pagare $ 30 milioni a Johnny Depp.

Finalmente buone notizie per Johnny Depp?

L’Hollywood Reporter rivela che l’attore ha vinto la causa contro il suo ex avvocato  Jacob Bloom. Il giudice di questo caso afferma che, secondo la legge californiana, un contratto di onorario tra due uomini è obsoleto, deve essere scritto e firmato da entrambe le parti.

Negli Stati Uniti, accettare una percentuale di una transazione oralmente è comune, ma questa decisione legale potrebbe avere implicazioni per il funzionamento di Hollywood. Secondo il giudice nel caso, Jacob Bloom avrebbe dovuto firmare un contratto per le sue tariffe per tutti i servizi legali resi a Johnny Depp.

Il caso è iniziato lo scorso ottobre, quando l’ex di Vanessa Paradis aveva deciso di citare in giudizio il suo ex avvocato, sostenendo di aver incassato quasi $ 30 milioni in tasse senza mai vedere un contratto.

L’avvocato aveva risposto usando il loro accordo orale del 1999 e chiedendo al tribunale di riconoscerlo come valido. Gli avvocati di Jacob Bloom hanno sostenuto che l’attore aveva tacitamente accettato il contratto continuando ad accettare il suo parere legale, che non convinceva il giudice. La causa si svolgerà nel maggio 2019, gli avvocati di Jacob Bloom potrebbero appellarsi alla decisione del giudice.