Colpo di sonno in auto: cosa fare per evitarlo

Damaged car dashboard

Colpo di sonno in auto: cosa fare per evitarlo

Durante l’esodo estivo sono in molti a mettersi in viaggio negli orari notturni o alle primissime luci dell’alba, così da evitare traffico e temperature troppo elevate. Così facendo diventa più frequente essere soggetti a colpi di sonno, una delle cause più frequenti di incidenti durante la stagione estiva.

Secondo una ricerca realizzata in Gran Bretagna da GEM buona parte dei guidatori di sesso maschile non prende in considerazione questo rischio e tra questi un 30% appartiene alla fascia sotto ai 30 anni di età. Inoltre d’estate si registra la presenza di molti automobilisti ‘non abituali’, che si mettono al volante solo nei week end e per gli spostamenti nei periodi di vacanza e che quindi non sono allenati per stare al volante durante la notte o alle prime ore del giorno.

Cosa è possibile fare qualora si venga colti da un improvviso colpo di sonno al fine di evitare incidenti? Se si assumono medicine è consigliabile ascoltare il parere del medico per cercre di evitare di prenderle prima del viaggio, soprattutto se si tratta di antistaminici. Prima e durante il viaggio, inoltre, è opportuno mangiare cibi leggeri che non agevolino il sonno e facilitino la digestione, inoltre bere molta acqua ed essere sempre ben idratati, mangiando anche frutta fresca di stagione. A questo unto crolla un mito: per combattere il sonno meglio non assumere caffè, che può aumentare l’irritabilità o lo stress, ma preferire il guaranà o il ginseng. Se il viaggio è molto lungo ogni due o tre ore meglio fare una sosta e un po di stretching. Se dura oltre 12 ore meglio programmare una sosta in albergo, preferendo andare a dormire la sera presto e ripartire al mattino intorno alle 6:00.