Accoltellato in discoteca a 23 anni, si è costituito il killer: è un 19enne

discoteca
Accoltellato in discoteca, il giovane Francesco muore a soli 23 anni

L’assassino di Francesco Augieri, accoltellato a morte in discoteca quattro giorni fa, si è costituito: è un 19enne già noto alle forze dell’ordine.

Dopo quattro giorni è saltato fuori il nome dell’assassino di Francesco Augieri, il ragazzo accoltellato in discoteca tra mercoledì 22 e giovedì 23 agosto scorsi a Diamante, rinomata località di mare in provincia di Cosenza. Si tratta di un altro giovane più giovane di età – 19 anni – proveniente da Napoli. La vittima era stata colpita con una sola, violenta e letale coltellata al petto. Ma non in seguito ad una rissa tra due gruppi di giovanissmi, come si pensava. A quanto pare la cosa è ancora più assurda, visto che a scatenare il tutto sarebbe stato uno spintone involontario che avrebbe fatto innervosire lo scalmanato 19enne. Il quale se ne andava tranquillamente in giro con un coltello in tasca. Alla fine il ragazzo ucciso in discoteca ci ha rimesso per futili motivi, che più banali non si poteva.

Ucciso in discoteca, tutto per un futile episodio

Il contatto sarebbe avvenuto in uno dei vicoletti che caratterizzano Diamante, nelle immediate vicinanze di un locale notturno. L’urtato avrebbe dato subito in escandescenze, desideroso di farla pagare carissima al povero Francesco. Ora l’assassino si è costituito, presentandosi al carcere di Secondigliano, noto quartiere della zona nord di Napoli, in compagnia di suo padre e dell’avvocato di famiglia. Si chiama Francesco Schiattarelli e risulta già essere noto alle forze dell’ordine per una serie di furti nelle zone dell’area. Il killer è stato preso in consegna e del fatto è stata avvisata l’autorità giudiziaria, che deciderà il da farsi in merito.