Liberty Media d’accordo con Alonso: “F1 scontata”

Fernando Alonso (©Getty Images)

Liberty Media d’accordo con Alonso: “F1 scontata”

Lontano dal successo da ormai molto tempo, Fernando Alonso ha deciso di tentare la fortuna fuori dal Circus e per il 2019 ha annunciato che si focalizzerà sulle gare americane per tentare l’impresa della Tripla Corona, riuscita a pochi colleghi prima di lui.

A convincere il Samurai a lasciare lo sport che gli ha regalato due titoli iridati l’attuale stato delle cose per cui se non si guida una Mercedes, una Ferrari o una Red Bull non è possibile arrivare primi. Un’affermazione pungente che ha però trovato un sostenitore a sorpresa, ossia  Sean Bratches, direttore commerciale di Liberty Media e quindi della F1.

“Se guardiamo la stagione 2015 abbiamo avuto solo 3 team in grado di vincere i GP, dunque è in effetti molto prevedibile“, ha dichiarato il manager nato in Germania e cresciuto in America sostenendo le parole dello spagnolo. “Penso tuttavia che vi sia l’opportunità di cambiare tutto ciò e noi cercheremo una soluzione”.

Il paragone calcistico

Per rafforzare la tesi delle chance di ribaltamento dello status quo, il 58enne ha fatto quindi riferimento al football e alla capacità di squadre minori di conquistare almeno un match contro le big.

“Se prendiamo in considerazione la Premier League di calcio, sin dal 2014/2015 gli ultimi tre club della classifica sono riusciti a battere i primi 6 nel 29% dei casi”, ha argomentato. “Dunque se sei un tifoso del Cardiff, per esempio, a meno che tu non sia un pazzo non potresti mai pensare di poter andare a vincere la Premier League, ma quando la tua squadra gioca con il Chelsea o con il Manchester City sai che puoi vincere la partita”.

Purtroppo in F1 questo non avviene, di conseguenza credo che Alo abbia ragione“, ha aggiunto. “Personalmente mi auguro di vederlo ancora per i prossimi dieci anni nel mondo delle corse così da essere parte del cambiamento. Finora è stato un ambasciatore fenomenale per la serie, una sorta di eroe, una leggenda”.

Infine sulla scelta dell’iberico di abbandonare a fine 2018 ha detto: “Rispetto la sua decisione di fare un passo avanti, di fare un cambiamento nella sua carriera anche se sono deluso”.

Chiara Rainis