Rimini, pedofilo beccato a fotografare bimbine rischia il linciaggio

bambini in spiaggia
(websource)

News | Rimini, pedofilo beccato a fotografare bimbine rischia il linciaggio

L’uomo, un sessantunenne vicentino, faceva finta di parlare a telefono mentre usava una potentissima microcamera per fotografare le bambine sulla spiaggia di Rimini. L’uomo è stato fermato e denunciato dalla polizia di Stato dopo che era stato accerchiato dai genitori di alcune bambine che erano state fotografate di nascosto mentre giocavano in spiaggia. A scoprire quanto stava accadendo sono stati i genitori e i turisti che si trovavano sulla spiaggia intorno alle undici di ieri mattina, avevano notato quest’uomo aggirarsi in maniera indifferente vicino alle bambine che si trovavano a riva. Si nascondeva tra gli ombrelloni, girava furtivamente e se all’inizio sembrava che stesse usando il cellulare per una telefonata, qualcuno poi ha notato una microcamera che l’uomo nascondeva in una mano, lasciata a “penzoloni” lungo il fianco, e questo ha spinto il gruppo di genitori ad affrontarlo.

A salvarlo dai genitori infuriati, ci hanno pensato gli uomini della Squadra volante della polizia: le pattuglie si sono precipitate nella zona del bagno 1 dopo una chiamata urgente della Capitaneria di porto. “220 fotogrammi già registrati in memoria” hanno accertato gli agenti della Volante, rendendo poi chiaro che l’uomo scattasse centinaia di fotografie mentre le bambine, inconsapevoli, correvano e giocavano a riva di mare. “In gran parte erano bambine senza reggiseno“, aggiungono i poliziotto nella relazione per il magistrato di turno.

Le prove

Tutto quello che era registrato nella memory card della fotocamera basta e avanza per una denuncia, ma dopo aver informato la procura della Repubblica i poliziotti hanno deciso anche di organizzare una perquisizione nella stanza dell’hotel in cui il pedofilo stava alloggiando da qualche giorno. L’indagine non è conclusa, anche perché la Questura di Rimini ha da analizzare anche qualche episodio passato. Il sessantenne vicentino, infatti, era già stato al centro di qualche altra indagine: l’uomo è stato denunciato per molestie e a suo carico è scattato il foglio di via da Rimini, firmato dal Questore. Già in passato, da quanto emerso, aveva comprato sul web foto pedopornografiche.